Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Ottobre - ore 21.43

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Comune, si va verso un rimpasto circoscritto alla Lega

I nuovi equilibri interni al centrodestra si stanno sedimentando e le mosse delle ultime ore fanno pensare che non ci saranno rivoluzioni. Oltre a Medusei dovrà essere sostituita Giorgi, vicina alla nomina in giunta regionale.

Manovre
Comune, si va verso un rimpasto circoscritto alla Lega

La Spezia - Cresce l'attesa per le nomine della nuova giunta regionale, dalle quali deriveranno a cascata le novità anche negli assetti politici locali. In base a chi sarà nominato in Piazza De Ferrari, infatti, ci saranno le conseguenti defezioni da altri ruoli e quindi le sostituzioni e dunque i rincalzi. Con una platea davvero ampia di pretendenti, a vario titolo e con differenti aspirazioni.

Le voci che si rincorrono da Genova prevedono una conferma in giunta da parte del presidente Giovanni Toti per i tre arancioni Giacomo Giampedrone, Ilaria Cavo e Marco Scajola. E sin qui per gli schieramenti della politica spezzina non ci sarebbero ripercussioni dirette.
Secondo mandato in vista anche per Gianni Berrino, assessore uscente di Fratelli d'Italia, e per i leghisti Andrea Benveduti e Stefano Mai, forte anche della conferma del voto. Mentre è game over per Sonia Viale, che non ha centrato la rielezione in consiglio regionale e che, alle urne ma non solo, paga una gestione del comparto sanitario che non deve essere stata valutata poi così bene, tanto che i ben informati affermano che la delega alla Salute dovrebbe restare nelle mani del presidente.
A riempire il buco lasciato dall'ex senatrice leghista sarà con ogni probabilità Giulia Giorgi, attualmente assessore comunale alla Spezia, con deleghe alle Politiche sociali, Diritti degli animali e Istruzione. La giovane esponente della Lega a 25 anni potrebbe dunque fare un ulteriore salto in avanti nella carriera politica, dopo aver ricevuto l'incarico nel capoluogo a soli 22 anni.
Niente da fare, quindi, per Gianmarco Medusei, nonostante i 4.573 voti ricevuti due settimane fa. Le motivazioni sono molteplici e la prima è che la Lega ha bisogno di una figura femminile per riempire la casella lasciata libera da Viale. Non è da tralasciare nemmeno il fatto che così facendo la Lega spezzina avrebbe un assessore e un consigliere in Regione, rappresentando così il territorio nella maniera più completa. Ma in fondo in fondo ci sarebbe anche il rifiuto posto dallo stesso Medusei al ruolo in giunta regionale, con una mossa di prospettiva che solo il tempo spiegherà.

Se le cose andassero così a Palazzo civico e al sindaco Pierluigi Peracchini verrebbero a mancare ben due assessori (gli incarichi sono incompatibili), entrambi leghisti.
Nell'ambito di un più ampio rimpasto di giunta l'effetto domino dell'addio di Medusei e Giorgi potrebbe innescare una serie di spostamenti davvero complessa, che potrebbe andare a comprendere anche Cambiamo, Fratelli d'Italia, Forza Italia e i popolari guidati da Costa.
Nelle ultime ore, però, si è fatta strada l'impressione che i reali cambiamenti in giunta potrebbero essere minimi.
Con l'ingresso nel gruppo consiliare di Cambiamo di Marco Tarabugi e Oscar Teja, le aspirazioni della nomina di un assessore di La Spezia popolare o Forza Italia sembrano infatti ridotte al lumicino. E già non erano elevate, visto l'esito delle urne. Una mossa, quella totiana, che va anzi a cristallizzare le posizioni attuali, anche quelle di Kristopher Casati sempre più distante dai popolari (ormai assessore tecnico in orbita arancione) e di Anna Maria Sorrentino, forte della nomina diretta del sindaco e dell'ingresso di Paolo Asti in Fratelli d'Italia, che ha di fatto tolto di mezzo l'equivoco che era sorto con il partito tre anni fa.
Il gruppo di Cambiamo salito a cinque consiglieri, infatti, sosterrebbe a spada tratta ogni decisione o nomina del sindaco Peracchini, sgombrando il campo da possibili avanzamenti di pretese. Va da sé che sia Cambiamo che la Lega, con gruppi consiliari equivalenti, si riterrebbero soddisfatte degli assessori espressi in giunta, bloccando ogni ipotesi di rimpastone che includa altri assessori. L'unico tentativo di ottenere qualcosa di più, visto l'esito del voto in città, potrebbe essere del Carroccio, con la richiesta di nomina di vicesindaco per Lorenzo Brogi, unico superstite della squadra salviniana inaugurata nel 2017. Toti e i suoi, però, non sembrano inclini a cessioni, facendo pesare più i nuovi equilibri regionali che quelli locali.

Ma chi prenderebbe il posto di Giorgi e Medusei? Mantenendo lo schema uomo-donna i nomi possibili sono diversi.
Tra i delfini dell'attuale assessore comunale alla Sicurezza e alla Sanità ci sono il consigliere provinciale Alessandro Rosson, che aveva già assaporato la nomina nel 2017, la consigliera Patrizia Saccone, che ha alle spalle un'esperienza nella giunta Federici di centrosinistra, è stata rieletta in consiglio con più voti di qualunque altra donna e oggi è nel gruppo misto, e il consigliere leghista di Vezzano Ligure, Jacopo Ruggia.
Fuori dal perimetro di Medusei, e dunque perfetti per completare la coppia, si trovano invece il giovane presidente della prima commissione consiliare Simone Vatteroni, e le colleghe Federica Paita e Lorella Cozzani, che puntano sulla necessità di riempire la casella delle quote rosa.

Per sapere come andrà a finire bisognerà però aspettare almeno un mese, visto che prima dell'investitura di Giovanni Toti bisognerà attendere l'esito di un ricorso sull'assegnazione di un seggio nel Ponente ligure. Poi saranno necessarie due settimane per la convocazione del primo consiglio regionale e altre due per la nomina della seconda giunta Toti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News