Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 22 Luglio - ore 12.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Civismo, sinistra e buone maniere, Melley vuole fare il sindaco

L'ex assessore ufficialmente candidato, stamani la presentazione al Poggio Orto Bar: "Voglio una Spezia bella e accogliente".

Civismo, sinistra e buone maniere, Melley vuole fare il sindaco

La Spezia - Sposando quella 'forza gentile' di origine mitterandiana già carezzata da Pisapia quando da sinistra si prese Milano, stamani Guido Melley, già assessore indipendente all'epoca del sindaco Pagano e storico imprenditore nel settore calzature, ha presentato la sua candidatura a sindaco della Spezia alla guida della lista civica 'LeAli a Spezia'. Un nome che, come spiegato dal candidato, porta in dote sia l'irrinunciabile valore della lealtà ("Lealtà prima di tutto alla città. E una lealtà che non va confusa con l'allineamento"), sia il desiderio di far prendere il volo alla città. "Io amo La Spezia e la voglio bella, accogliente, giusta, solidale", ha spiegato Melley da un Poggio Orto Bar baciato dal sole, alle pendici del Castello San Giorgio. "Voglio mettermi in gioco, con passione, con la mia esperienza di amministratore pubblico e di imprenditore storico - ha affermato -, ponendo al centro temi chiave quali lavoro, impresa, ambiente, sviluppo - che deve essere sempre compatibile con la qualità della vita -, turismo, sociale, cultura, attenzione ai bambini, decoro cittadino". Nessun timore nel definire l'orientamento politico del progetto: "Siamo una proposta di centrosinistra. Lì è la mia sensibilità". Cinque le fondamenta sui cui LeAli intente poggiare: la menzionata lealtà, poi qualità, competenza, partecipazione e uguaglianza. Un valore, quest'ultimo, tutt'altro che fuori moda: "Il riconoscimento merito - ha detto Melley - è fondamentale, ma occorre ragionare sulle basi di partenza. Serve attenzione per i diritti, i doveri e le opportunità di tutti".

Programma e squadra? Ancora da definire. "Il programma lo elaboreremo attraverso il confronto con i cittadini, visitando quartieri e luoghi di lavoro. E spero che in tanti vogliano dare il loro contributo alla lista. Metteremo in campo persone per bene, gentili, capaci". Porte aperte all'interlocuzione e al sostegno di altri soggetti civici e politici; porte chiuse, tuttavia, almeno sulla carta, ai simboli di partito. "Va bene una coalizione, ma no a simboli di partito; sì invece a forze politiche e sociali a sostegno di un progetto di città. Non chiudiamo la porta a nessuno, siamo aperti a tutti quelli che, nell’ambito del perimetro del centrosinistra e con uno spirito civico, avranno voglia di sostenerci. Non ci interessano le polemiche politiche e le logiche di schieramento. Vogliamo parlare di futuro, delle cose da fare per la città".

Un passaggio sul futuro dell'area Enel: "Ne discuteremo. Senz'altro la città ha bisogno di presidi industriali di qualità". Parole poi sugli ultimi due sindaci: "L'appoggio di Pagano? E' una persona a cui sono legato. Dal canto mio, spero di avere l'appoggio di tanti". E su Federici: "Abbiamo lavorato nella stessa giunta e anche a lui mi lega un rapporto affettivo. Ha fatto cose buone e cose meno buone". Insomma, una 'forza gentile' diffusa, una moderazione ben poggiata sull'eleganza della figura, stamani affiancata da tre potenziali candidati al consiglio: Piera Sommovigo, avvocato da anni impegnata in vertenze per la tutela dell’ambiente, al fianco di Melley già nell'offensiva anti outlet di Brugnato; Luca Bondielli, operatore culturale, protagonista delle ultime stagioni della Dialma Ruggiero e dei più importanti eventi culturali in città, componente dell'ufficio di gabinetto del sindaco Federici; Davide Pistorello, ingegnere navale, molto conosciuto nel mondo della cantieristica spezzina.

A tre mesi esatti dal voto, quindi, si apre l'avventura elettorale di Guido Melley. Con passione e con tanta voglia di provare a inserirsi in un contesto politico indeciso - quindi potenzialmente ghiotto -, che tra due giorni vedrà riunirsi l'Unione comunale Pd, appuntamento che potrebbe deludere l'anima più a sinistra - e relativi elettori - dei dem e magari portare un po' d'acqua al mulino dell'ex assessore. Pare cosa fatta il sostegno - vedremo se mettendo da parte i simboli, come 'LeAli' predicherebbe - di Possibile e Sinistra italiana. Nonché del gruppo che ruota attorno all'ex sindaco Pagano, di una fetta di Cgil, di quella gauche post grillina che vede in Francesco Battistini il suo alfiere. Una diffusa sintonia, insomma, con tutte quelle bocche che da anni tirano su la testa dal nido invocando una forza civica, creatura che ora Melley giura di voler incarnare. Capitanando la lista 'LeAli', omonima del roco Fausto, decisa a garantire a Spezia ben più di un "Ti lascerò vivere".

Profilo di Guido Melley

Cinquantacinque anni, spezzino, sposato con Roberta, due figli; dopo il diploma al Liceo Classico si iscrive alla Facoltà di Scienze politiche a Firenze. Si laurea a 24 anni con 110. Gioca a basket nel Canaletto, campionato di C1.
Dopo la laurea lavora in una società di consulenza aziendale a Firenze; poi al Cisita Parma; dirigente della società di consulenza strategica Hay Management dal 1991 al 1994; nel 1994 torna alla Spezia e rileva l’azienda di famiglia, che ancora dirige. Non ha mai lasciato la gestione dei negozi Melley e l’attività d’imprenditore anche quando ha assunto incarichi amministrativi.
Nel 1996 è tra i fondatori del consorzio operatori centro Kennedy. Entra in giunta Rosaia nel 1997 da indipendente come assessore al bilancio. Confermato nel 1997 nella giunta Pagano sempre al bilancio, e da 1999 anche al personale e all'innovazione. Nel 2002 di nuovo in giunta Pagano con delega ulteriore alle partecipate. Progetta Atc Mobilità e Parcheggi e Spezia Risorse che nasce nel 2005 e di cui è Presidente dal 2006 al 2014. Nel 2012, con il Comitato Commercianti del Centro storico e Legambiente, porta avanti la vertenza contro l'Outlet di Brugnato.
Abbonato allo Spezia calcio nei distinti, pratica la pallacanestro ed è uno sciatore spericolato. Appassionato di cinema, viaggi, buona cucina e buone letture.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure