Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Ottobre - ore 12.37

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Chiti e Pagano, due visioni differenti sulla riforma costituzionale

Chiti e Pagano, due visioni differenti sulla riforma costituzionale

La Spezia - Vannino Chiti, senatore del Pd, e Giorgio Pagano, nella veste di dirigente dell’Anpi, sono stati i protagonisti dell’iniziativa “Le ragioni del sì e del no al referendum costituzionale: è possibile la rinascita di uno ‘spirito costituente’?”, che si è tenuta venerdì 11 novembre alle 17 al Centro Allende, per iniziativa dell’Associazione Culturale Mediterraneo.
Secondo Pagano “la Costituzione non è una legge qualunque, è il patto che unisce i cittadini”, e “non può essere approvata a maggioranza semplice, da un Parlamento non eletto con sistema proporzionale e, per di più, con una legge, il Porcellum, dichiarata incostituzionale”. Nel merito Pagano ha criticato il combinato disposto Italicum-riforma costituzionale, che “incide profondamente sull’equilibrio dei poteri indebolendo il peso complessivo dei pesi e contrappesi e modifica quindi la forma di governo, da parlamentare e orizzontale a plebiscitaria e verticale”. Altro punto criticato da Pagano il nuovo Senato: “Il bicameralismo resta, ma fare le leggi diventa più complicato, perché si passa da 1 a 10 diversi procedimenti, a molti dei quali può o deve partecipare il Senato”. E poi: “Io ho fatto il Sindaco, vi garantisco che è impossibile fare bene nel contempo il Sindaco, ma vale anche per il consigliere regionale, e il Senatore”.
Per Chiti, invece, la proposta di riforma “dà alla sola Camera il potere di votare la fiducia” e “consente al Parlamento di diventare più efficiente e di fare le leggi più velocemente”. Chiti ha inoltre spiegato che, grazie a una sua proposta, per cui c’è bisogno di una legge, “non viene tolto il potere elettivo dei senatori ai cittadini”. Si creano inoltre nuovi strumenti di democrazia diretta e si potenziano quelli esistenti, anche se tutto è demandato a leggi attuative. Chiti ha anche rivendicato la bontà del recente documento del Pd che propone di modificare l’Italicum. Infine: “L’attuale progetto di riforma è molto simile a quello prospettato nel 1996 dall’Ulivo su ispirazione di D’Alema, che ora è per il no”.
Ampio il dibattito, con conclusione affidata a Pagano, padrone di casa, che ha citato Alfredo Reichlin, fondatore del Pd e sostenitore del no: “Non voglio vivere questa vicenda come un’insanabile lacerazione tra le forze democratiche. E lo spero perché penso che lo spazio per un’intesa tra esse esiste. Per una ragione fondamentale: perché la realtà, cioè le cose, cioè le sfide del mondo sono molto più grandi delle nostre dispute interne. Per la ragione che per governare l’Italia non basterà un uomo solo al comando. E’ il tessuto nazionale che non reggerà se lo sviluppo del Paese non viene posto su nuove basi, più larghe, sia economiche che sociali, e soprattutto su nuove basi ideali. Un nuovo patto tra gli italiani”.

Le prossime iniziative dell’Associazione Culturale Mediterraneo si terranno martedì 15 novembre alle ore 17 a Vernazza (Chiesa dei Frati) e mercoledì 16 novembre alle ore 10,30 al Liceo Cardarelli (Auditorium di via Montepertico, 1): lo scrittore e giornalista libico Farid Adly parlerà sul tema “Libia, quale futuro?”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure