Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Giugno - ore 22.20

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Cenerini (FI): "Stop carbone e niente gas. Speriamo lo dica tutta la maggioranza"

La Spezia - Fabio Cenerini, capogruppo consiliare Lista Toti Forza Italia, interviene sulla questione Enel con un monito al resto della maggioranza e un carico di bordate per le opposizioni. "Sono passati mesi dal consiglio comunale in cui fu dibattuto il nostro ordine del giorno che prevedeva un percorso totalmente snobbato da Enel, che non si è resa nemmeno disponibile ad essere audita in commissione consiliare - dichiara l'esponente del centrodestra -. Al contrario si è mossa senza nessuna considerazione per la città e per l’amministrazione. Inoltre la maggioranza deve ascoltare e rappresentare i cittadini che l’hanno votata, ed è evidente che quasi all’unanimità nessuno vuol più saperne di Enel, quindi il gruppo Toti Forza Italia, lunedì sera darà, auspichiamo insieme a tutta la maggioranza, un forte mandato al Sindaco Pierluigi Peracchini, per andare al ministero competente ed ottenere la dismissione come annunciato da Enel stessa nel 2021 del gruppo a carbone, senza il passaggio al gruppo a gas, che fra l’altro stando a quanto annunciato da Enel sarebbe pure di potenza rilevante, senza garantire l’attuale occupazione, anzi. O Enel passa a forme alternative e pulite di produzione dell’energia elettrica o la città ha già dato anche troppo, è impensabile costruire un nuovo gruppo inquinante di queste dimensioni in mezzo all’abitato".

"Incredibile la posizione dell’opposizione, che, e lo dico con grande dispiacere - continua Cenerini -, da due anni non fa una proposta, mira solo a distruggere e fa continue operazioni di puro sciacallaggio politico! Oggi chi ha accettato tutto supinamente per mezzo secolo, - ricordo ancora quando in consiglio dissi all’ex Sindaco Pagano si smetterla di andare da Enel col cappello in mano -, chi ha accettato tutto ora si è scoperto novello ambientalista, ma come direbbe Federica Pecunia, lei non c’era quindi non ha colpe... Ridicoli! Ma pensano che i cittadini siano stupidi da non accorgersi delle giravolte che fanno? L’ex ministro all’ambiente Orlando che ha rinnovato l’AIA attualmente in essere, dice che non aveva competenze sulla dismissione, ma il ministro competente non era del suo stesso governo? Quindi continue menzogne, "se non ci ascoltano chiediamo il referendum", affermano, sapendo benissimo che il referendum è una presa in giro per i cittadini, avendo solo una funzione consultiva. Per non parlare della richiesta di dimissioni del Sindaco, l’ennesima richiesta che oltre che ridicola sta diventando pure stucchevole! Lo dico chiaramente, non siamo interessati a condividere documenti con chi ha permesso di arrivare a questo punto, mira solo a distruggere e vive di voltafaccia. Il Sindaco Peracchini avrà un mandato forte, sicuramente dal nostro gruppo e auspichiamo da tutta la maggioranza, per ottenere la dismissione e la bonifica dell’area e speriamo che la vocazione ambientalista del Movimento Cinque Stelle non sia solo di facciata, perché i ministri competenti, sono proprio di questo partito".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News