Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 02 Dicembre - ore 22.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Carenza di personale tra i tecnici radiologi, la mozione è respinta senza discussione

La minoranza contesta l'inversione dell'ordine del giorno che passa con i voti della minoranza. Così il tema sanitario finisce alle 4 del mattino e il dibattito si cancella. Forcieri: "Ma non dovevate essere il cambiamento?"

dal consiglio comunale
Carenza di personale tra i tecnici radiologi, la mozione è respinta senza discussione

La Spezia - A pochi minuti dalle 4 del mattino si è concluso il consiglio comunale virtuale che, in coda ad una serata già di per sè lunga e battagliera, veniva chiamato ad esprimersi sulla mozione presentata dalla consigliera Dina Nobili nella quale si chiedeva al sindaco di convocare la conferenza dei sindaci per trattare il tema della carenza di personale tra i tecnici radiologi. Una discussione, chiamamola così anche se per essere tale dovrebbe esserci un contraddittoria, che avviene a notte fonda, dopo che la maggioranza aveva chiesto di anticipare il voto delle delibere e soltanto in coda occuparsi della mozione. Maggioranza che ha evitato ogni commento, non intervenendo nel dibattito e limitandosi a votare contro la proposta: poco da dire nella sostanza, anche se ciò che è accaduto, o meglio che non è accaduto, era già stato paventato ad inizio consiglio quando il capogruppo dei totiani Marco Frascatore aveva chiesto l'inversione chiarendo che il regolamento lo consente e che "se si facessero meno polemiche, si finirebbe prima": "Sempre i soliti teatrini - attaccava Melley -, così il dibattito non è rispettato". Anche Federica Pecunia non accetta il metodo: "Avete l'abitudine costante di votare a colpi di maggioranza il cambio dell'ordine dei lavori. E' l'ora di finirla di prendere in giro noi e le migliaia di spezzini che ci hanno votato. Voi non esercitate la democrazia, qui si violano le normali regole di buon governo. E il presidente del consiglio non dovrebbe avallare".

Nella baruffa web intervengono in tanti. La pentastellata Donatella Del Turco si dice avvilita, Baldino parla di "atteggiamento provocatorio", Oscar Teja invece non vede quale sia il problema, mentre il professor Centi avverte: "Così facendo il consiglio comunale si trasforma in un organo di sola ratifica di ciò che già è stato deciso. Quel che succede a voi oggi potrebbe succedere a voi domani. Ed è sbagliato". Fabio Cenerini usa il refrain di sempre: "Dicevano la stessa cosa loro quando erano in maggioranza. Non c'è nessun problema di democrazia, io sto qui a parlare della mozione della Nobili fino alle 4". Raffaelli ha fatto parte della vecchia consigliatura e non ci sta: "Non c'è da stupirsi e non è nemmeno vero che prima funzionava così: quella è la prassi straordinaria, qui è abitudine. E non è stata nemmeno motivata questa richiesta". Lorenzo Forcieri definisce l'inversione "una scelta sbagliata, l'ennesima da inizio consigliatura. Mi associo alle proteste dei colleghi e mi domando: ma non dovevate essere il cambiamento?"

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News