Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 22 Maggio - ore 19.19

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Botti e animali: "Regolamento non divulgato né rispettato"

Interpellanza del consigliere Masia: "Cosa farà l'amministrazione per tutelare persone, cani e patrimonio?".

Botti e animali: `Regolamento non divulgato né rispettato`

La Spezia - Cosa farà l'amministrazione comunale spezzina per tutelare persone, animali e patrimonio pubblico e privati dai botti di fine anno e dintorni, e per rendere capillare l'informazione circa le regole in materia di aggeggi pirotecnici, così da mitigare effetti negativi della passione fochista ed esplosiva? Questo è quanto chiederà in occasione del prossimo consiglio comunale spezzino, in programma la sera del 15 dicembre, il consigliere comunale Roberto L. Masia (Sinistra unita per il socialismo europeo).

"E' ormai tradizione accompagnare le festività natalizie con lo scoppio di petardi, fuochi artificiali, botti, mortaretti e tutto il materiale esplodente di vario genere utilizzato - scrive Masia. L'utilizzo di questo materiale, laddove effettuato senza le dovute cautele, o da soggetti minori, o in presenza di particolari situazioni e con scarsa attenzione è causa di infortuni con danni fisici, anche di rilevante entità, sia per chi li maneggia, sia per chi ne venisse fortuitamente colpito. L'esplosione di tali prodotti, con le deflagrazioni conseguenti dovute anche a manipolazione degli stessi per potenziarne gli effetti, può provocare notevole stress ad anziani, bambini, soggetti cardiopatici e anche animali. Tali comportamenti turbano l'ordinato svolgimento della vita cittadina, creando pericolo per l'ordine pubblico, l'incolumità delle persone e degli animali domestici e possono causare il danneggiamento di monumenti e beni pubblici. Negli ultimi anni i Sindaci di molte città italiane tra cui Venezia, Torino, Asti, Bari, Palermo, Porto Torres, Olbia considerato che tali comportamenti turbano l'ordinato svolgimento della vita cittadina, creando pericolo per l'ordine pubblico, l'incolumità delle persone e degli animali domestici e possono causare il danneggiamento di monumenti e beni pubblici, hanno messo al bando i botti, dimostrando una particolare attenzione alla sicurezza e al rispetto di persone più fragili e animali da affezione".

Masia riprende anche il "Regolamento tutela animali" comunale, che al'articolo 7 ricorda che "è vietato su tutto il territorio del comune della Spezia petardi, botti, fuochi di artificio e articoli pirotecnici in genere, salvo ricorrenze, manifestazioni o eventi regolarmente autorizzati dall’amministrazione comunale". Masia afferma che "tale divieto è stato sostanzialmente non divulgato a dovere ai cittadini spezzini e quindi non rispettato durante i festeggiamenti dell’ultimo Capodanno".

"In altri comuni le amministrazioni - ancora Masia -, spesso in collaborazione con le associazioni ambientaliste presenti nel territorio, hanno da tempo hanno lanciato una campagna di sensibilizzazione contro l’uso dei botti di capodanno, finalizzata a limitare gli effetti negativi dei botti con manifesti pubblicitari, locandine e un vademecum di consigli utili a responsabilizzare la cittadinanza ad un maggior rispetto per gli animali, l’ambiente e se stessi. In altri comuni ancora si è provveduto ad emanare appositi Avvisi Pubblici in cui il Sindaco, in quanto responsabile della vigilanza sulla osservanza delle leggi e dei regolamenti generali e locali, relativi alla incolumità pubblica sul proprio territorio e alle conseguenze per l’uso dei botti di capodanno, promuove una specifica attività di prevenzione, a tutela della incolumità dei cittadini, coinvolgendo tutte le forze di Polizia presenti sul territorio".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure