Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Settembre - ore 11.24

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Battistini: "Manca personale in Neurologia"

Battistini: "Manca personale in Neurologia"

La Spezia - Intervento del consigliere regionale Francesco Battistini, Italia in Comune

Nel reparto di Neurologia di ASL5 non c'è abbastanza personale. La direzione strategica dell'Azienda sanitaria spezzina, per mantenere attivi i servizi essenziali, corre ai ripari nel modo più semplice e sbagliato che esista: sopprime 13 posti letto e chiude, di netto, la Media intensità di cura.
Non è la prima volta che vengono prese simili decisioni dagli uffici di via Fazio, anzi, ormai pare esser prassi consolidata per ogni periodo complesso: in estate a causa delle ferie; in inverno a causa dei picchi influenzali e del conseguente incremento degli accessi ospedalieri.
Risolvere problemi assistenziali riducendo l'assistenza al malato è, quantomeno, ridicolo oltre che grave.
Per questo a seguito della denuncia del NursInd, una delle sigle sindacali del comparto infermieristico, abbiamo deciso di depositare una interrogazione in Consiglio Regionale.
Lo scorso 5 luglio i 33 posti letto disponibili in Neurologia sono stati ridotti a 20. Sono passati, quindi, più di mesi ma ancora nessuno conosce quando verranno riaperti i 13 letti della Media intensità di cura. Sarebbe il caso di fare chiarezza sia per rispetto di chi quotidianamente vi lavora: medici, infermieri e OSS, sia per i pazienti e i loro famigliari.
Inoltre, visto che il NursInd, denuncia anch'esso un pesante squilibrio tra infermieri in servizio e pazienti assistiti intendiamo sollecitare l'Assessore Viale ad iniziare a lavorare con criterio. Non è pensabile che nel turno di notte, in Neurologia, su 13 pazienti ricoverati vi sia 1 solo infermiere. È una condizione di ristrettezza inaccettabile che, purtroppo, accomuna molti, se non tutti, i reparti di ASL5. Ciò aumenta lo stress lavorativo e, di conseguenza, i rischi per malati e operatori.
Per 4 anni l'assessorato alla Sanità è rimasto, nonostante le nostre continue denunce, immobile. Più preoccupato delle facili operazioni di immagine che non della sostanza. Ora è tempo di darsi una mossa perché così non si può procedere oltre a meno che l'intenzione di Toti e della sua maggioranza non sia quella di smantellare di netto il servizio sanitario pubblico della Liguria.

Francesco Battistini
Consigliere Regionale
Italia in Comune

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News