Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Agosto - ore 22.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Baldino contro giunta e maggioranza: "Anche Federici insultava, si è visto come è finito"

Baldino contro giunta e maggioranza: "Anche Federici insultava, si è visto come è finito"

La Spezia - Il consigliere comunale Massimo Baldino Caratozzolo, capogruppo di 'Per la nostra città con Giulio Guerri', sceglie ancora una volta Facebook per andare all'attacco. Un post al vetriolo che consacra per l'ennesima volta il suo rapporto ormai logoro con l'amministrazione comunale e con la maggiorana di cui è membro ultramalpancista.

Il consigliere e attivista parte dall'intervento in Sala Dante della prof. Castellani spiegando che l'altro giorno è intervenuta "inquella stessa sede nella quale alla professoressa Castellani è negata per legge la facoltà di dire la sua: il consiglio comunale. Peccato che nello stesso consiglio pascolino allegramente ( e il termine è volutamente becero come la politica attuale) fior di consiglieri che votano regolarmente in branco e insultano regolarmente e pesantemente, chi dissente dal loro pensiero (che non c’è, visto che votano regolarmente in branco)". E se votare in branco non denota uno spiccato uso della personalità (che dovrebbe essere il valore aggiunto e più alto della politica) insultare in branco (magari ubbidendo a un ordine superiore) denota uno spiccata propensione allo squadrismo di antica memoria (che tristezza)".

L'affondo prosegue: "E così è facile che qualcuno di loro, che magari con un solo sedere occupa due o più careghe istituzionali si permetta di definire 'squallido' chi esercita semplicemente il proprio diritto di rappresentare chi lo ha votato presentando un ordine del giorno. O chi, dopo essere zompata attraverso varie forze politiche con l’agilità di una gazzella africana,tanto per non essere razzisti, regolarmente finga un attacco isterico a microfoni spenti, pur di manifestare tutto il proprio incontenibile sdegno, verso un normalissimo documento che chiede di bonificare il più presto possibile scuole, asili e cimiteri dalla ancora copiosa presenza di amianto. Di più: nella stessa sera, nientepopodimeno che un assessore (alla cultura ndr) a cui non difetta l’uso dell’alto tono oltre che della parolaccia, si permette di dare in un suo post su un social del venditore di scarpe a un consigliere comunale. Non che ci sia qualcosa di male a vendere scarpe, ma è improprio oltre che cafone utilizzare un mestiere per definire, è evidente in modo dispregiativo, un avversario politico".

Baldino fa anche l'elenco delle etichette ricevute nei mesi dal consigliere Fabio Cenerini, "un capogruppo cui il presidente Toti farebbe bene a sequestrare il pc, il telefono e ogni altro mezzo di comunicazione". La lista: "serpe, uno che la fa fuori dal vasetto, un traditore da eliminare con ogni mezzo (da denuncia penale), antidemocratico (ma da che pulpito visto come vengono maltrattate le opposizioni), ottuso, sanculotto che arringa agli ignoranti (tanto per insultare un po’ anche gli elettori che grazie a me hanno votato Peracchini), personaggio raccattato chissà dove" e via discorrendo. Menziona anche "spazzatura umana", ricevuto "da un assessore regionale" e "Tony Manero dei poveri (o giù di lì)", questo arrivato dall'assessore Asti.

Ne ha anche per il primo cittadino Peracchini: "Aggiungiamoci pure l’eleganza del nostro primo cittadino (o di chi per lui) che mi ha sbattuto fuori da tutte le chat della maggioranza senza neppure avermelo comunicato a voce con conseguente esclusione da ogni riunione da lor signori indetta… e il quadro è quasi completo. In pratica non si ha il coraggio di comunicarmi elegantemente di essere stato sbattuto fuori da questa maggioranza..ma si ha regolarmente il coraggio di riempirmi di insulti!".

"Anche Federici insultava pesante e si sottraeva al confronto. Ovviamente sappiamo tutti la fine che ha fatto e quanti fischi ha per anni ricevuto. Evidentemente chi non sa governare sa bene insultare", conclude Baldino nella sua tirata social.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News