Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Agosto - ore 22.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Asti rimette la delega alla Cultura al sindaco

Dopo le polemiche sui rapporti intercorsi con la società Brain e l'associazione Startè di cui aveva fatto parte. L'assessore: "Stupito dal fatto che il polverone sia successivo alla comunicazione di non fiducia nei confronti di Marzia Ratti".

Aperta una commissione d'inchiesta
Asti rimette la delega alla Cultura al sindaco

La Spezia - “Massima trasparenza sulle procedure, come sempre – dichiara il sindaco Pierluigi Peracchini –. Da una prima analisi dei fatti da parte della segreteria generale, non è presente alcun atto amministrativo comunale né contratto che legano l’amministrazione comunale con la società Brain o l’associazione culturale Startè, né alcun esborso di denaro da parte del Comune della Spezia. Il segretario generale del Comune, Sergio Camillo Sortino, ha già richiesto formalmente alla dirigente responsabile, Marzia Ratti, una relazione scritta sui fatti accaduti. Sarà costituita, pertanto, una commissione di inchiesta interna presieduta dal segretario generale con il dirigente dell’Avvocatura civica, l'avvocato Stefano Carrabba e la dirigente Rosanna Ghirri per capire che cosa sia successo realmente e verificare la regolarità delle procedure e degli atti e relazionare la giunta sui fatti accertati”.

“Ho deciso di restituire al sindaco Pierluigi Peracchini la delega alla Cultura così che l’amministrazione, attraverso ogni organismo, possa compiere ogni atto in totale trasparenza sul mio operato – dichiara l’assessore Paolo Asti –. Mi stupisce però non poco che tutto questo fumo sia uscito pochi giorni dopo aver segnalato agli uffici competenti un documento scritto in cui evidenziavo i problemi ambientali e relazionali personalmente riscontrati durante l’anno di lavoro trascorso insieme alla dottoressa Ratti, in cui concludevo che per quanto relazionato la dirigenza non godeva più della mia fiducia. Attendo quindi l’esito del lavoro della commissione di inchiesta e tengo a ribadire che nessun contributo o pagamento per prestazioni o servizi è mai avvenuto nei confronti di Brain da parte dell’amministrazione o sponsor”.

“La delega alla Cultura è riassorbita fra le mie deleghe – continua il sindaco – fino al termine dei lavori della commissione di inchiesta. Restano all’assessore Asti le restanti deleghe già attribuite, e cioè Turismo, Toponomastica, Gemellaggi, Cooperazione Internazionale e Promozione della Città”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News