Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 07 Dicembre - ore 15.14

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Articolo Uno: "Ridicole promesse di Toti e Peracchini, ci vorranno almeno altri sette anni"

ospedale felettino

La Spezia - La scelta di revocare l'appalto per la costruzione del nuovo ospedale della Spezia scatena una bufera politica. Gli strali delle opposizioni riguardano il presidente Toti ma anche la giunta comunale, guidata dal sindaco Peracchini. Articolo Uno attacca: "Conosciamo ed abbiamo analizzato con attenzione tutti gli atti pubblici da loro predisposti al fine di revocare l'appalto. Abbiamo il legittimo sospetto che questi atti siano infondati. Ipotizziamo anche la possibilità che tutta la documentazione in nostro possesso e le loro conseguenti decisioni possano anche configurare ipotesi di reati penali con annessi danni erariali. Resta il fatto che la Regione, mediante la sua società Ire, con l'avallo immotivato e subalterno del sindaco Peracchini, ha impedito l'approvazione della “variante strutturale” che evitava di costruire un edificio ospedaliero con le fondamenta sbagliate e che quindi sarebbe stato a rischio di significativi cedimenti strutturali, fino al rischio di inagibilità".

Conitnua la nota: "Anziché far costruire un ospedale solido ed a regola d'arte hanno invece costruito un disastro per l'intera sanità spezzina. E' la seconda volta che la destra al governo della Regione impedisce la realizzazione del nuovo ospedale spezzino. Quindici anni fa la Giunta Biasotti per palese incompetenza si fece annullare dal Consiglio di Stato la gara d'appalto già conclusa. Ritornata al governo della Regione, oggi ha impedito ancora, per la seconda volta, la realizzazione del nuovo ospedale. Sono recidivi. Ci lasciano così un ospedale dimezzato per la demolizione del Felettino ed un'offerta ospedaliera e sanitaria in grave crisi di strutture e dotazione di personale. Ultima tra tutte le Asl della Liguria".

Poi l'affondo finale: "Patetiche e ridicole sono ora le promesse elettorali di Toti e Peracchini che promettono di sanare e ricominciare in breve tempo tutto daccapo e di alleviare le sofferenze della sanità locale. Occorreranno almeno sette anni, come minimo, per vedere realizzato il nuovo ospedale; di più ancora se vi sarà un contenzioso giudiziario promosso dall'impresa licenziata. Potrebbero ancora rimediare seriamente al disastro compiuto revocando, anche in autotutela, gli atti e le decisioni assunte. Altrimenti si dimettano tutti: prima se ne vanno meglio sarà per Spezia e la Liguria".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News