Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 09 Agosto - ore 21.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Arbasetti, Ceretti, Biso e Malpezzi (Sel): "Il Comune conceda partecipazione su Piazza Verdi"

Arbasetti, Ceretti, Biso e Malpezzi (Sel): "Il Comune conceda partecipazione su Piazza Verdi"

La Spezia - La vicenda di Piazza Verdi si sta consumando su una molteplicità di livelli. Da quello amministrativo a quello mediatico, da quello giudiziario a quello artistico-architettonico, da quello storico a quello politico. Ed è proprio in questo ultimo ambito che si innesta l'intervento di Franco Arbasetti, Mara Biso, Emiliano Ceretti e Gabriella Malpezzi, componenti dell’assemblea provinciale di Sinistra ecologia libertà.
"Il progetto Piazza Verdi - spiegano - ha prodotto un grave conflitto nella città tra punti di vista diversi che il sindaco e la giunta dimostrano di voler risolvere arroccandosi nel palazzo e praticando scorciatoie decisioniste. Occorre fare tutto il possibile per ricomporre il conflitto pur nelle ristrettezze di tempo che esistono. La democrazia e la politica sono il raggiungimento di una sintesi fra punti di vista diversi".
Una frustata all'amministrazione, che nasconde al suo interno un estremo invito al dialogo: "L’amministrazione comunale ha sbagliato e sbaglia a non avviare un processo partecipativo: Piazza Verdi oggi rappresenta il punto più alto del percorso di chiusura che questa amministrazione ha iniziato a partire dalla dismissione delle circoscrizioni e di ciò che esse rappresentavano nel rapporto cittadini/governanti non sostituendole con altri presidi della partecipazione. I cittadini che osservano e giudicano il progetto di Piazza Verdi non sempre esprimono un parere estetico superficiale: molti vivono questo rifacimento come qualche cosa di meno urgente rispetto ai bisogni delle periferie considerato poi che la Piazza non è così degradata come è stata presentata alla Commissione europea. Questi cittadini vanno ascoltati e occorre fare tutto ciò che possa recuperare la loro fiducia e la credibilità verso la pubblica amministrazione che vicende come questa hanno fatto cadere ad un punto tale oltre il quale, perseverando, sarà difficile recuperare".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News