Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 25 Ottobre - ore 16.43

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Accusato di aver ingiuriato l'ingresso del circolo Pd, dovrà difendersi davanti al giudice di pace

dopo la denuncia
Accusato di aver ingiuriato l'ingresso del circolo Pd, dovrà difendersi davanti al giudice di pace

La Spezia - Nel corso dei mesi passati, la comunità intera del Partito Democratico è stata oggetto di attacchi volgari e infamanti, maturati nell’ambito di una campagna di odio alimentata da taluni nostri avversari politici, tesa a coinvolgere tutto il
PD nella triste e delicata vicenda dei bambini di Bibbiano, i cui contorni restano ancora tutti da chiarire da parte dell’autorità giudiziaria e i cui sviluppi, quali che siano nei confronti delle persone coinvolte nell’iter processuale, non toccano in alcun modo l’integrità morale del PD, libera associazione di cittadini onesti, nella quale in ogni parte d’Italia si riconoscono migliaia di militanti. Uno spiacevole capitolo di questa campagna diffamatoria ha trovato corso anche nella nostra città, con l’attacco incivile e ingiurioso portato all’ingresso della sede del circolo del Partito Democratico di Fossitermi, intitolato a Patrizia Farina. Un attacco offensivo verso i molti e meritevoli cittadini che non solo sostengono il Pd ma, attraverso di esso, concorrono da decenni alla vita amministrativa e associativa della città. La denuncia, prontamente presentata dai responsabili del circolo, segna oggi un risultato importante: il presunto autore di quell’atto è stato citato a giudizio davanti al giudice di pace per il prossimo mese di novembre". Così il Coordinamento provinciale del Partito Democratica commenta la notizia e aggiunge: "Un primo passo importante, verso quella giustizia che chiediamo non per spirito di vendetta e rivalsa, ma per tutelare l’onore della storia collettiva, lunga e integerrima, delle donne e degli uomini che oggi si riconoscono nel Pd, per affermare il senso nobile dell’impegno che i democratici mettono quotidianamente al servizio della collettività e, soprattutto, per rimarcare il limite che separa la giusta e salutare dialettica politica dalla denigrazione gratuita dell’avversario".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News