Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Febbraio - ore 19.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Accesso ai nidi, Articolo 1: "Da sindacalista Peracchini la pensava diversamente"

Accesso ai nidi, Articolo 1: "Da sindacalista Peracchini la pensava diversamente"

La Spezia - "Contro le scelte discutibili in tema di spezzinità che sta decidendo il sindaco della Spezia noi di Articolo 1 - Mdp rispondiamo con le parole che lo stesso Pierluigi Peracchini usava in altro ruolo, quando era nel sindacato". Così la federazione spezzina del partito interviene in merito alle modifiche apportate dalla giunta comunale ai criteri di accesso ad asili nido e scuole dell'infanzia.
"Il sindaco attuale in condizioni di crisi economica e di difficoltà delle famiglie che non ci pare siamo migliorate in modo tale da giustificare un cambiamento di posizione come quello che sta avvenendo. Diceva infatti la Cisl di cui era segretario provinciale qualche anno fa: "A fronte di una crisi economica che si fa sentire anche nella nostra provincia, mettendo in difficoltà molte famiglie, il segretario Cisl Peracchini chiede l'intervento ai comuni, proponendo un Isee a misura di famiglia. "La popolazione spezzina - dice Peracchini - è tra le più vecchie d’Italia e d’Europa, con un’età media di oltre 47 anni e con un tasso di nascite molto basso. La crisi economica si sta facendo sentire sulle famiglie spezzine, che con sempre più difficoltà riescono a mantenere un livello dignitoso di qualità della vita.
I nonni fino ad oggi hanno, in qualche modo, sopperito alla carenza di un vero welfare di tipo europeo, ma le pensioni oggi non sono sufficienti a creare le condizioni per una ripresa demografica che permetta un dignitoso futuro ai nostri concittadini.
E’ giunto, il momento, da parte dei Comuni, di dare un segnale forte per contrastare tale situazione, incentivando le famiglie nelle tariffe dei servizi pubblici locali con tariffe agevolate. Uno strumento da creare è quello dell’Isee modificato a misura di famiglia, una sorta di quoziente familiare di tipo europeo (da anni in uso ad esempio in Francia, Germania) recentemente è stato adottato da un importante comune emiliano.
Un Isee corretto in base al numero dei figli a carico che determini una rimodulazione delle tariffe in modo più favorevole alle famiglie. Più sono i figli a carico, maggiore sarà lo sconto a favore delle stesse, e tale concetto potrà essere applicato anche in caso di presenza di anziani e disabili, in modo di aiutare concretamente ed in misura più equa queste famiglie. Infatti, modificare il sistema di tariffazione e di accesso ai servizi comunali (nidi, scuole materne, servizi socio assistenziali, centri estivi, case di riposo etc.) sarebbe un forte stimolo per tornare a guardare al futuro..."
. Noi di Articolo 1 - Mdp concordiamo con lui".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?
































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News