Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Febbraio - ore 21.50

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Spezia antifascista, il Comune contrasti gli episodi di razzismo"

Sarà discussa nel prossimo consiglio comunale la mozione presentata mesi fa da Lorenzo Forcieri.

la proposta
"Spezia antifascista, il Comune contrasti gli episodi di razzismo"

La Spezia - "Chiedo un impegno concreto da parte dell'amministrazione comunale a realizzare un programma per la memoria e la democrazia per contrastare i ripetuti episodi di razzismo e di richiamo al fascismo, cui da tempo si assiste in città". Firmato Lorenzo Forcieri. L'ex senatore e presidente dell'Autorità Portuale della Spezia siede oggi sui banchi di minoranza del consiglio comunale spezzino e recentemente ha organizzato un convegno che possa essere il punto di partenza di un nuovo progetto civico di centrosinistra che parte dalla Liguria per arrivare al nord-Est e al resto del Paese. Forcieri ricorda che a suo tempo il fascismo ha distrutto lo stato liberale, soffocato le libertà civili e politiche, adottato le leggi razziali e imposto al nostro paese una dittatura che ha condotto l'Italia alla disfatta militare, economica e morale. "È stato collaboratore colpevole della politica nazista di sterminio, particolarmente atroce nei confronti delle inermi popolazioni di tante città e paesi del nostro territorio e destinando alla morte nei lager centinaia di migliaia di ebrei e oppositori politici."

Ancora Forcieri: "La Spezia vanta una tradizione antifascista, valorizzata dalla medaglia d'argento al valore militare, e dalla medaglia d'oro concessa all'intera provincia per la guerra di liberazione e per il coraggio dimostrato dai suoi abitanti durante la resistenza alla dittatura fascista e all'oppressione nazista. La città ha svolto un ruolo eccezionale nell'immediato dopoguerra, quando pur devastata dai bombardamenti e provata da anni di privazioni, ha accolto e aiutatogli ebrei superstiti dei campi di concentramento nel loro viaggio verso il futuro stato di Israele. Merito che è stato riconosciuto con la medaglia d'oro concessa alla città per meriti civili. È in atto da tempo un tentativo di far dimenticare questo orribile passato ed è facile assistere a dichiarazioni di esponenti politici sempre più lontane dai valori espressi dalla nostra costituzione nata dalla resistenza e dalla guerra di liberazione contro il fascismo e il nazismo. 'antifascismo si testimonia quotidianamente con la prassi democratica nelle istituzioni, nella società, nelle scuole e nella continua lotta contro la demagogia, salvaguardando l'uso critico della ragione contro ogni forma di prevaricazione".

Cosa chiede Forcieri? "Un programma per la memoria e per la democrazia in collaborazione con le associazioni dei Partigiani e dei deportati nei campi di sterminio, da presentare nelle scuole superiori e medie del nostro comune, che faccia conoscere e ricordare gli orrori del passato, che richiami il valore e i principi antifascisti della nostra Costituzione e la loro attualità, affinché la nostra democrazia sia sempre più forte ed immune rispetto al pericolo che questo orribile passato possa tornare, anche in forme nuove ed inedite". Al di là di questo, il consigliere di Avantinsieme invita l'amministrazione "a vigilare in maniera costante su qualsiasi atto di propaganda, o manifestazione violenta, collaborando attivamente con le forze dell'ordine per segnalare qualsiasi abuso nei pressi di spazi pubblici o nella vicinanza delle nostre scuole, contrastare i continui episodi di vandalismo che gruppi che si richiamano apertamente al fascismo ed al nazismo compiono, riempiendo i muri della nostra città di manifesti abusivi, scritte ecc. che con l'avvicinarsi della data delle elezioni diventa un fatto sempre più grave e diffuso, vigilare perché anche nelle periferie ci sia controllo rispetto all'azione di questi gruppi ad evitare che possano diventare focolai di scontro sociale e culturale".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News