Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20 Febbraio - ore 22.42

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Siamo stati umiliati e ora vogliamo delle risposte"

Manifestazione sotto la prefettura di Rifondazione comunista, Partito comunista italiano, Sinistra italiana e Cobas.

centomila persone a roma
"Siamo stati umiliati e ora vogliamo delle risposte"

La Spezia - "Ci siamo sentiti umiliati". E' il coro che si leva a seguito dell'episodio avvenuto sabato scorso quando decine di manifestanti, spezzini, sono stati fermati e controllati uno a uno mentre cercavano di raggiungere la maxi manifestazione romana contro il decreto Salvini alla quale hanno partecipato 100mila cittadini, tra i quali molti migranti. E questa mattina davanti al Palazzo del Governo, Rifondazione comunista, Partito comunista italiano, Sinistra italiana e Cobas hanno manifestato per esprimere contrarietà in merito al trattamento subito prima della manifestazione romana. "Sono stati fermati quasi tutti i pullman che arrivavano a Roma - hanno spiegato Veruska Fedi e Serenqa Tusini - . Siamo stati fermi per più di un'ora e ci siamo imposti affinchè non venissero 'schedati' anche i minorenni. Ci hanno sequestrato anche i bastoni per le bandiere, in bambù. Quando siamo risaliti sul pullman, poi scortato fino alla prima fermata della metro, siamo stati filmati mentre riprendevamo posto sul mezzo con il documento in mano. Ci chiediamo chi abbia dato quest'ordine: se è partito dalla questura oppure direttamente dal Governo".

Oltre a sentirsi violati i manifestanti hanno sollevato un'altra questione. "Sappiamo che questo genere di controlli - ha aggiunto Giacomo Pregazzi di Sinistra italiana - fanno parte del decreto 'Minniti - Orlando'. Ed è lo stesso applicato per gli stadi e le manifestazioni sportive. Fa sorridere il pensiero delle interrogazioni parlamentari di Paita e Orlando che chiedono chiarimenti su una legge che ha scritto e votato il Partito democratico che ha imposto questi controlli. Siamo al limite del grottesco. E rimane in sospeso un altro punto: perché a Roma sono state perquisite centinaia di persone mentre a Torino e Predappio non è avvenuto niente di tutto questo? Inoltre erano presenti decine di ragazzi migranti, in regola, e abbiamo notato che nei loro confronti l'attenzione nei loro confronti era davvero molto alta".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News