Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 05 Agosto - ore 22.48

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Si aprano le segrete stanze per rendere il percorso Palmaria trasparente"

Dai verdi l'appello a Comune di Portovenere e Regione Liguria: "Politica ascolti i cittadini e la smetta di decidere per loro".

26.000 firme
"Si aprano le segrete stanze per rendere il percorso Palmaria trasparente"

La Spezia - "La contraddizione a cui assistiamo quotidianamente deve portare tutti a riflettere: ovvero c'è chi decide comunque e sempre a prescindere anche da un evidente dissenso nel merito delle scelte. Non vogliamo difendere le posizioni dell'ambientalismo a prescindere ma, vogliamo far ragionare tutte e tutti sulle questioni di metodo, perchè ciò che accade alla Palmaria oggi può essere un caso analogo per un'altra questione del domani". Così Andrea Germi, portavoce provinciale di Europa Verde, che aggiunge: "Riteniamo un diritto sacrosanto del cittadino chiedere trasparenza dell'agire politico e normalmente chi non ha timore di sorta dovrebbe essere ben felice di rendere anche a mezzo di un'inchiesta pubblica , il percorso il più trasparente e cristallino possibile , cosa questa che purtroppo con questa classe dirigente non prende neanche in considerazione".

Aggiunge Germi: "Il caso è eclatante, però questo modus operandi di imporre e comandare è sempre tipico di questa classe dirigente. Alla fine se ci pensiamo anche le risposte in merito al dissenso manifestato per il Biodigestore presentano analoghi tratti di comuni ovvero una gestione del “si fa e basta“ . Non si riesce a capire come mai , pur avendo i movimenti raccolto 26.000 non riesca a richiedere un percorso che preveda il rispetto di tutele che di fatto vengono richieste da una percentuale importante della popolazione che le richiede. Ma tutto questo perchè ? Come mai questa classe dirigente non riesce ad esprimere alcune forma di dialogo con chi gli è contrario ? Eppure non ci dovrebbe essere forma migliore di svolgere il proprio servizio alla collettività se non dotare qualsiasi processo di trasformazione di appositi mezzi di tutela ( specie se richiesti a gran voce ) tali da dimostrare la adeguatezza di ciò che si sta facendo".

"Noi di Europa Verde chiediamo che si attuino strumenti di tutela propri anche se non obbligatori di un territorio e di un progetto chiedendo le massime garanzie di trasparenza nel merito. Continuiamo a ribadire il nostro forte dissenso verso qualsiasi progetto di distruzione dell'ecosistema , privazione di un territorio che di fatto dopo anni è tornato nella disponibilità di tutti e rivolgiamo un appello forte e deciso nel proseguire un percorso di mobilitazioni che vedano i cittadini e i movimenti protagonisti come in questi mesi. Nella nostra Liguria del domani non esisteranno segrete stanze di progetti ma percorsi partecipativi voluti dalla popolazione che valorizzino ecosistema e territorio ove il percorso partecipativo reale sarà strumento di maggior tutela del sistema decisionale e democratico" - conclude Germi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News