Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 23 Settembre - ore 22.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

“Se i tempi del Felettino si allungano bisogna ridisegnare la sanità spezzina”

In Commissione parlano Conti e Zanella, facendo il punto della sanità spezzina, sconquassata dall’indagine della Procura. Sullo stato dei pronto soccorso, sui concorsi, sull’ospedale che verrà.

Audizione Asl5
“Se i tempi del Felettino si allungano bisogna ridisegnare la sanità spezzina”

La Spezia - “Le cose non capitano mai per caso, parliamo di una situazione che si trascina da anni. Quanto tempo è che si va avanti così? Non parlo delle vicende della Procura della Repubblica, per la qualche comunque la dottoressa Laura Lodetti ha dato il suo contributo, di certo il dottor Zanella avrà carta bianca per mettere mano nel tentativo di migliorare la situazione organizzativa dell’azienda. Guardate, voglio essere chiaro Zanella ed io abbiamo già il nostro posto di lavoro e non e’ certo per i 2-300 euro in più che facciamo questo. Siamo qui per mettere a posto le cose, ma a differenza di altre città, alla Spezia si va sul giornale anche per un ascensore che si rompe cosa che accade in tutti gli ospedali d’Italia. La Procura deve andare avanti ed e’ bene che venga fuori tutto quello che deve venire fuori”. Di fronte alla commissione comunale presieduta da Dina Nobili, audizione del direttore generale dottor Andrea Conti, accompagnato dal dottor Riccardo Zanella, direttore amministrativo di Asl5, alla luce del nuovo piano sanitario regionale, in merito alla situazione dell’assetto direzionale, alla responsabilità dei Presidi Ospedalieri e delle strutture complesse, e allo stato dei servizi socio-sanitari territoriali.

Lo stato dell’arte, le problematiche irrisolte, gli obiettivi prossimi. A proposito dei requisiti contestati alla direttrice sanitaria Maria Antonietta Banchero, visti i due esposti in atto (uno e’ firmato dal collegio sindacale dei revisori dei conti della Asl), il commissario Guido Melley chiede se nell’elenco degli iscritti abilitati non ci fossero professionalità adeguate, dotate di tutte quante le caratteristiche richieste. Al centro della polemica il possesso di Banchero dei requisiti per ricoprire la nomina di direttore sanitario: “Ricordando che c’è il parere della Corte dei Conti, è però difficile pescare da quell’elenco: pensate che a Savona l’Asl2 è senza direttore aziendale da due anni. Mi sembra tuttavia che con l’arrivo del dottor Zanella le cose siano migliorate”. Banchero inizió la sua attività alla Spezia il 28 ottobre 2016, la sentenza del Tribunale di Milano con cui si confermava la correttezza del diniego all’iscrizione nell’elenco degli idonei al ruolo di Regione Lombardia, e’ del 22 giugno 2016 ed e’ stata pubblicata il 10 settembre successivo. Secondo chi contesta si evince che l’esito e le conseguenze di tale sentenza erano note oltre 4 mesi prima dell’entrata in ruolo in Asl5. La leghista Federica Paita respinge la famosa contestazione relativa ai non completati cinque anni di qualificata attività di direzione tecnico sanitaria, con diretta responsabilità delle risorse umane, tecniche e finanziarie. “E’ già stato ampiamente chiarito che la dottoressa Banchero ha raggiunto il traguardo in tempo utile” - sentenzia la commissaria del Carroccio. “Perché è stata messa in quell’elenco? Mi pare che la conflittualità, da come state parlando, fosse tutta nella presenza della dottoressa Lodetti”. La capogruppo Pd Federica Pecunia chiede il perché fosse stata inserita in quell’elenco dopo la sentenza che la vedeva coinvolta: “E’ vero che c’è stato il distacco dalla struttura semplice di Legnano alla Regione - replica il dottor Conti -. Ma esiste un atto di convenzione, è tutto scritto, che dice che quel distacco non poteva causare nessun danno, nè economico nè di carriera, per la dottoressa stessa”.

Verrà istituito un nuovo dipartimento per le cure primarie mentre sull'ingegner Buccheri e la bufera che ne è scaturita, Conti commenta così: "E' stato sospeso perché nelle carte esaminate c'erano, secondo la direzione sanitaria, elementi sufficienti alla sua sospensione. In generale da parte degli organismi sanitari, un controllo sulle attività delle persone viene fatto, come previsto dai metodi in vigore, ma si ricorda che eventuali provvedimenti devono e possono essere presi solamente dagli organi di Polizia Giudiziaria incaricati". La commissaria Patrizia Saccone chiede ai dirigenti dell’azienda che le prossime scelte vadano verso professionisti capaci oltreche di essere degli ottimi tecnici, siano anche portatori di umanità. E sul post-Carlucci, direttore del presidio ospedaliero, ammette Conti: “Sostituire la dottoressa Carlucci non sarà una passeggiata, ha sacrificato la sua vita per l’ospedale e non possiamo che ringraziarla. Un posto che toccherà a me non prima della scadenza naturale (31 luglio 2019), affiderò quel compito pro-tempore ad uno dei nostri dirigenti in organico”. Nel futuro prossimo il direttore di presidio dipenderà direttamente dal direttore sanitario, mentre levando il dipartimento di Stato alcune strutture tecniche sono passate sotto il dipartimento amministrativo.

Prosegue il dottor Conti: “Domenica sono venuti i Nas nei nostri pronto soccorso. Alla Spezia come a Sarzana era complessivamente tutto regolare. Il nostro pronto soccorso è fisicamente stretto e angusto però il servizio di radiologia sulle 24 ore funzionava, idem le verifiche sui farmaci. Di fronte al pronto soccorso in via Mario Asso c’è la guardia medica che è di grande aiuto visto che ci passano 4500 persone in un anno. Stiamo pensando di rafforzare il servizio di pronto intervento sabato e domenica, soprattutto a Sarzana”. Entreranno una sessantina di nuove unità che andranno a coprire diversi ruoli (infermieri, tecnici, ecc), così come verrà affrontato il turn-over dei medici che andranno in pensione, verrà aumentato il personale per il front office con dieci nuove risorse, attraverso lo strumento della formazione lavoro. Altra questione riguarda l’età media di chi ogni giorno solca le corsie dei nosocomi della provincia: “Abbiamo bandito un concorso ma non per tutte le specialità ci sono richieste: a quelli di radiologia, anestesia, medicina d’urgenza è difficile che si presentino candidati. Anche i pediatri sono difficili da trovare. Le università devono aprire per qualche anno le scuole di specializzazione. Fortunatamente non è il caso degli infermieri dove ci sono tanti candidati, peraltro tutti molto ben preparati che contribuiranno gradualmente ad abbassare l’eta media, oggi arrestabile a 52 anni”. A proposito del futuro, Conti, a precisa domanda del consigliere Lorenzo Forcieri che, citando le contraddizioni di un sistema che divide compiti e prerogative fra i due principali ospedali della provincia, amplia il discorso al costruendo ospedale, dichiara seccamente: “Col senno di poi forse la proposta che ci fece a suo tempo la Fondazione di edificare un edificio nuovo per il pronto soccorso poteva essere contemplata. Ma di fronte ad una spesa di circa 400mila euro, pensammo che si poteva continuare così per arrivare alla fine dei lavori del nuovo ospedale. Se i tempi per il nuovo Felettino si allungassero bisognerà sedersi ad un tavolo per ridisegnare la sanità spezzina”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News