Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 28 Ottobre - ore 22.29

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Scuole, assurdo che le famiglie siano messe nelle condizioni di non sapere"

L'intervento dei consiglieri comunali Pd Marco Raffaelli, Luca Erba e Massimo Baldino Caratozzolo.

"Peracchini, basta disco rotto"

La Spezia - "Vista l’indifferenza del Sindaco alle nostre richieste, ed alle domande poste dai cittadini e dai rappresentanti delle famiglie che hanno protestato la scorsa mattina, non ci resta che richiedere urgentemente la convocazione delle commissioni competenti, per audire gli Enti, le parti sociali, aziendali ed i rappresentati dei dirigenti scolastici, sui vari temi.
Riapertura delle scuole, condizioni del trasporto pubblico, del sistema sanitario, dei presidi industriali e produttivi sono questioni sui quali Peracchini sembra non avere la minima idea di impostazione, ai fini di una ripresa e proseguo delle attività che garantiscano la sicurezza delle persone". Lo affermano in una nota i consiglieri comunali Pd Marco Raffaelli, Luca Erba e Massimo Baldino Caratozzolo.
"Cosa sta accadendo e cosa si sta decidendo? In base a quali evidenze scientifiche?
Abbiamo scoperto solo in queste ore - continuano - il dato del 14% di soggetti positivi ai tamponi fatti quasi 15 giorni fa. Una percentuale altissimi rispetto alla media nazionale.
Oggi in che stato siamo? Perché non lo si dice? È assurdo che per la terza volta le famiglie spezzine siano messe nelle condizioni di non sapere, a poche ore prima dell’ipotetico suono della campanella, cosa fare e come organizzarsi. Qualora poi si dovessero aprire gli istituti quali protocolli sono stato adottato per il trasporto pubblico e per gli ingressi e le uscite?
I dirigenti scolastici sembrano essere lasciati soli nell’organizzazione. Peracchini ha rifuggito a tutte queste domande, che non gli sono arrivate solo da noi, ma anche dagli stessi interessati: personale scolastico, sindacati, delegazioni di cittadini. Non è accettabile sentire il Sindaco lamentarsi e chiedere a tutti il silenzio. Di fronte a cotanta incapacità e improvvisazione è doveroso fare domande e chiedere conto a chi ha la responsabilità della salute e della sicurezza degli spezzini. Ora Peracchini dovrà venire nelle sedi ufficiali e pubbliche e risponderci. Prepari dati e protocolli perché non rimarremo ad ascoltare il solito disco rotto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News