Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 15 Gennaio - ore 22.10

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Periferie al centro? No, abbandonate"

Intervento di Federica Pecunia capogruppo Italia Viva nel consiglio comunale della Spezia.

"Periferie al centro? No, abbandonate"

La Spezia - "Melara. Periferia est della città. Stamattina sono andata a Melara, perché da lì provengo, per vedere con i miei occhi i resti del vecchio pino, con la consapevolezza che fortunatamente, nel suo cadere rovinoso, non ha danneggiato nessuno. Ed è stato un vero miracolo, considerando che lì, sotto il pino caduto, c'è una panchina, molto frequentata ogni mattina. La panchina sotto quel pino è, da sempre, un punto d'incontro per chi abita il quartiere, tanto più oggi, quando ormai incontrarsi è diventato sempre più difficile. Considerando che su quel marciapiede passano i ragazzi diretti a scuola. Ma caduto il pino, per quel quartiere i problemi non sono finiti. Davanti a via dei Pini c'è la centrale Enel. E questo dovrebbe bastare a fare capire come da più di sessant'anni vivono i residenti. No. Non basta. Questa mattina qualcuno di loro mi ha accompagnato in un giro tra i palazzi, per vedere quale sia lo stato di manutenzione delle zone verdi. Non è di certo la prima volta che lo faccio. Qualcuno tra loro mi ha detto che non si sente più il cittadino di un quartiere popoloso, operario, tenace e radicato ma l’ospite sgradito, ormai senza diritti, di una estrema periferia dimenticata.
Questo è accaduto in questi tre anni. Altro che le periferie al centro del programma di Peracchini! E non è l'unico quartiere a sentirsi così.

Lungo via dei Pini ci sono molti palazzi, con aiuole completamente dimenticate da qualunque manutenzione. Erba alta, siepi non tagliate, nuovi alberi impiantati e mai potati. Ciò che resiste è solo la buona volontà dei singoli. Ma quel che è peggio sono gli alberi ad alto fusto che ormai hanno superato in altezza le case, che spesso entrano nei terrazzi degli appartamenti, i cui proprietari si vedono costretti a tagliare i rami come possono.
Alberi malati, che portano in casa delle persone insetti infestanti. Alberi vecchi, pericolosi, se dovessero abbattersi, come già accaduto, sui fabbricati. Alberi che hanno bisogno di cure.
C'è una scuola lì, molto frequentata; all'ingresso dopo il cancello un pino, altissimo.
Non voglio pensare che possa avere la stessa sorte di quello che si è abbattuto poco tempo fa sul palazzo a fianco e pochi giorni fa su via Sarzana. Ma l’amministrazione comunale cosa sta aspettando?

Da tempo all'interno del quartiere chiedono più luci, per evitare le incursioni notturne di malintenzionati e più manutenzione. Il pino che è crollato è stato oggetto di ben più di una segnalazione. Io stessa ho presentato interpellanze sull'illuminazione e la sfalcio del verde.
Ma da Palazzo sembrano non sentire. Serve un sopralluogo in quel quartiere, con tecnici e assessore competente. Io, come già accaduto, mi rendo disponibile a partecipare. Ma vorrei per una volta, dopo tante richieste inevase, che si desse un segnale a questi cittadini, che giustamente si sentono dimenticati. Non da me di certo.
Ma da chi amministra questa città che è riuscita a trasformare i nostri quartieri in periferie abbandonate e i cittadini in fastidiosi inascoltati "mugugnoni".

Federica Pecunia capogruppo Italia Viva nel consiglio comunale della Spezia

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News