Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 08 Dicembre - ore 20.39

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Noi a trattare per i fondi Ue, Salvini altrove a spese dei contribuenti"

L'Europarlamento approva la richiesta di finanziare la ricostruzione dell'Italia terremotata. Ma Salvini non c'è. Benifei: "C'è chi lavora per l'interesse nazionale e chi per sé stesso".

`Noi a trattare per i fondi Ue, Salvini altrove a spese dei contribuenti`
La Spezia - Escludere gli investimenti per la ricostruzione post terremoto in Italia dal calcolo del deficit nazionale previsto dal Patto di Stabilità “alla luce del carattere gravissimo ed eccezionale della situazione” e utilizzare tutti i fondi Ue a disposizione per aiutare le zone colpite dai sismi. Queste alcune delle importanti richieste approvate dal Parlamento europeo ieri.
Una buona notizia, ma non l'unica visto che nella risoluzione sulla situazione post terremoto in Italia, approvata per alzata di mano, il Parlamento ha chiesto alla Commissione di adottare misure urgenti per facilitare una rapida ricostruzione dei Paesi distrutti durante i terremoti che hanno colpito l’Italia il 24 agosto, il 26 e il 30 ottobre scorsi. I deputati, in considerazione dell’elevata sismicità di alcune aree geografiche come quella mediterranea e del sud-est dell’Europa, "invitano tutti gli Stati membri ad accelerare la ricerca in questo campo, attraverso le azioni previste dal Programma Orizzonte 2020 e ad applicare tutti gli strumenti utili alla prevenzione di vittime e danni, così da ridurre al minimo la portata potenzialmente devastante di tali eventi naturali".

Un risultato non scontato per l'Italia, a cui però non hanno contribuito proprio tutti i nostri rappresentanti a Bruxelles. "Ecco il banco di Matteo Salvini durante la seduta plenaria di oggi: mentre il mio collega era in un mercato a Mantova a fare campagna elettorale, come sempre a spese dei contribuenti, noi abbiamo votato una risoluzione molto impegnativa, la cui negoziazione è stata estremamente complessa, per l'utilizzo dei fondi europei per i danni del terremoto in Italia e per esentare dagli obblighi di #bilancio le #spese per la messa in sicurezza del territorio".
La denuncia, con foto, arriva dall'europarlamentare spezzino Brando Benifei, che posta sui social lo scranno deserto del segretario della Lega Nord. "C'è chi lavora per l'interesse dell'Italia in Europa e chi lavora solo per sé stesso, la propria carriera e i propri interessi politici di parte", conclude Benifei. La Commissione europea ha annunciato mercoledì sera una prima erogazione di aiuti del valore di 30 milioni di euro dal Fondo di solidarietà. La mobilitazione del finanziamento totale richiede un voto del Parlamento per essere effettiva.
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure