Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 23 Aprile - ore 22.05

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Licenziamento dipendente Acam frutto del saccheggio dell'art. 18"

"Licenziamento dipendente Acam frutto del saccheggio dell'art. 18"

La Spezia - "L’esito della recente sentenza del Giudice del Lavoro del Tribunale della Spezia che riguarda la lavoratrice di Acam Ambiente, licenziata dal proprio posto di lavoro, riteniamo meriti una riflessione.
Il caso è noto, anche per aver messo a nudo un possibile macroscopico conflitto di interessi dell'assessore al ramo, peraltro opportunamente segnalato all'Autorità Nazionale Anticorruzione dai consiglieri comunali Liguori e Lombardi.
La lavoratrice ha commesso una piccola mancanza disciplinare e le è stata comminata la sanzione del licenziamento per giusta causa, cioè la misura più grave in assoluto, che viene assunta in caso di atti tutti dolosi, compiuti dal lavoratore: un furto, una rissa in servizio o un altro reato grave.
Nel nostro caso, invece, il Giudice ha ravvisato, evidentemente per la sproporzione della “pena”, un licenziamento illegittimo. In altre parole la dipendente non doveva legittimamente essere licenziata ma semmai sanzionata in modo più lieve.
La lavoratrice sarà quindi risarcita con 21 mensilità ma non riavrà il suo posto di lavoro.
Qui sta tutta l’illogicità del sistema.
Ad un lavoratore al quale viene tolto ILLEGITTIMAMENTE il posto di lavoro la legge non dà il diritto a riaverlo ma riconosce solo un indennizzo.
Un po’ come dire: sì, avevi ragione, non ti potevamo licenziare, ma comunque te ne vai a casa lo stesso, e… prenditi quattro soldi!
Va detto che non è sempre stato così. Sino al 2012, il lavoratore poteva, invocando l’art. 18 dello Statuto dei lavoratori (nei casi di applicabilità), essere reintegrato al proprio posto di lavoro.
Va anche detto che questo diritto determinava sperequazioni di trattamento in quanto lasciava “scoperti” i lavoratori delle imprese più piccole.
Sfortunatamente lo statuto dei lavoratori è stato saccheggiato negli ultimi anni dai governi Monti e Renzi che, nel tentativo di riformare il mercato del lavoro, hanno pensato bene di modificare e poi abrogare la tutela dell’art. 18.
I dati (tratti da “La voce.info") ci dicono che negli ultimi quattro anni i licenziamenti sono aumentati di circa il 50%.
Noi riteniamo che si debba fare il possibile per restituire ai lavoratori il diritto di lavorare in serenità affidando ad un eventuale giudizio la legittimità del proprio operato sul lavoro in caso di licenziamento e la conseguente possibilità del reintegro.
A questo scopo è stato presentato in Parlamento dai Senatori Laforgia, Depetris, Errani e Grasso il disegno di legge: “Misure in materia di tutela dei lavoratori contro i licenziamenti illegittimi” che mira a restituire il diritto a essere reintegrato in caso di licenziamento illegittimo. Viene conservata, altresì, la possibilità per il Giudice di corrispondere un risarcimento. La procedura riguarda tutti i datori di lavoro e prevede un maggiore coinvolgimento delle rappresentanze sindacali nella fase successiva al licenziamento, al fine di esaminare eventuali soluzioni alternative al licenziamento o percorsi di riqualificazione e ricollocazione del lavoratore.
Ci auguriamo che chi si dichiara di sinistra possa trovare, nel sostenere questa proposta, un modo concreto per confermarlo nei fatti".

Giulio Cavatorti, Marcello Delfino, Michele Fiore, Andrea Licari, Luca Vanni
Associazione “#per i molti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News