Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Agosto - ore 14.35

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"La parola bestia? Semplificazione comune anche nelle titolazioni giornalistiche"

Giovanni Toti risponde alle accuse degli avversari sull'ormai famoso scambio social: "Le parole di Salvini? Se la sinistra avesse pensato ad amministrare come si deve la Liguria sarebbe un cantone svizzero".

`La parola bestia? Semplificazione comune anche nelle titolazioni giornalistiche`

La Spezia - "Non sono stupito ma mi sorprendo che abbiano tanto tempo da perdere per l'esegesi di una parola e soprattutto per la sorte di chi viene a delinquere nel nostro paese. E' abbastanza evidente che avessero a cuore loro che non la sicurezza, l'ordine e la legalità nella regione che hanno governato per dieci anni". A margine della firma per il progetto della progettazione preliminare per il ripristino della Via dell’Amore alle Cinque Terre, Giovanni Toti risponde alle polemiche generate in questi giorni, sull'ormai famoso "scambio social", commentato e contestato dal Pd, ma anche sulle parole forti pronunciate due giorni fa dal collega di coalizione Matteo Salvini. "Se per ogni polemica la sinistra avesse fatto un atto utile ai cittadini questa Regione sarebbe più ricca, più florida, più sicura di un cantone svizzero. Sono dieci anni che polemizzano su tutto, almeno una trentina che governano Genova e Spezia. Vi dò una notizia: sono città che non crescono, non prosperano, non sono più pulite e più sicure. Se si fossero applicati un po' di piu' all'esercizio della cosa pubblica... Detto questo mi aspetto lo stesso premio delle Regionali e delle amministrative di Savona".
Toti ne fa innanzitutto una questione gergale: "La frase e lo scambio su Facebook mi pare chiarissimo e lampante: un signore chiede quando si espelleranno gli stranieri che definisce bestie, quindi immagino quelli venuti a delinquere, a derubare, a rapinare. E io gli ho semplicemente ricordato che non è purtroppo un tema regionale, altrimenti li avrei già espulsi, ma di politica nazionale. Quindi del governo della Paita che non ha saputo garantire nè sicurezza nè gestione dell'immigrazione clandestina".

Le contestano la "pesantezza" di quella parola, associata ad una persona umana, indipendentemente da chi.
"Nessuno in quel post ce l'ha con chi viene a lavorare seriamente nel nostro paese. La parola bestia è una semplificazione da internet abbastanza comune anche nelle titolazioni giornalistiche: mi vengono in mente le bestie di Satana oppure la bestia Igor che ha ammazzato un negoziante".

Salvini ha attaccato duramente su vaccini ed immigrazione, ribadendo che un sindaco sostenuto dalla Lega non dovrà nemmeno rispondere al telefono di un Prefetto in caso di nuovi arrivi. E' esattamente così?
"Le Regioni non hanno alcuna competenza in termini di immigrazione. I sindaci molto spesso sono scavalcati dal governo che tramite le Prefetture agisce autonomamente. Il sindaco può non rispondere al Prefetto ma questo non impedisce al Prefetto di utilizzare strutture sul suo territorio, ove le trovi, per l'ospitalità diffusa".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure