Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Novembre - ore 22.12

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"La Mazzini ad oggi non diventerà struttura Covid di riferimento"

Nel question time di ieri sera, l'assessore Giorgi chiarisce la situazione in essere nella rsa della Chiappa dove sono schizzati i positivi. E sugli oltre 60 casi a Fincantieri chiarisce: "Attivati tutti i protocolli di monitoraggio".

in consiglio comunale
"La Mazzini ad oggi non diventerà struttura Covid di riferimento"

La Spezia - Che succede alla Rsa Mazzini? Il question time targato Italia Viva apre il primo consiglio comunale di novembre ancora una volta organizzato in modalità straming. L'alto numero di positivi nella rsa della Chiappa, uno dei temi caldi della settimana, è stato materia di approfondimento nella commissione apposita, e ora passa anche dal consiglio comunale. Nel documento, presentato ieri sera dalle consigliere Federica Pecunia e Dina Nobili, si chiedono spiegazioni per "comprendere quali siano le misure messe in atto dopo l'avvenuto contagio iniziale che risale ormai al giorno 22 ottobre come da dichiarazioni dell'assessore Giorgi, tra le quali l'immediato trasferimento dei pazienti positivi in struttura ospedaliera". Le consigliere chiedono anche di sapere allo stato di allora e attuale dei fatti "quali siano i dispositivi di autoprotezione di cui Kcs e Asl5 avrebbero dotato i lavoratori e quale sia ad oggi il numero di infermieri OSS e ATA impiegati sul servizio. E poi la questione più importante: "Vogliamo capire come sia possibile individuare da parte di regione Liguria come Hub covid una struttura nella quale non sia possibile consentire areazione dei locali e se decisione di trasformare una rsa in centro Covid fosse stata prevista da Alisa o Asl5 o sia divenuta un dato di fatto a seguito dell'assoluta mancanza di organizzazione nelle fasi iniziali del contagio all'interno della struttura". Pecunia e Nobili, che nella parte finale dello scritto chiedono anche un intervento del sindaco di prendere una posizione differente dall'ormai famoso tweet di Giovanni Toti in merito alla presunta "improduttività" della componente anziana: "Com'è possibile che di fronte al numero dei contagi all'interno della principale struttura cittadina di residenza e riabilitazione non abbia mai inteso prendere una posizione pubblica di denuncia di evidenti mancanze che hanno condotto la situazione fino al contagio di 52 pazienti e 14 operatori nell'arco di una settimana?"

Peracchini non parlerà. E' invece l'assessore Giulia Giorgi a prendersi carico della replica per conto della giunta comunale: "Premesso che le dichiarazioni del consiglio del 26 fotografavano la situazione in essere in quel momento, cioè prima dell'analisi dei trenta tamponi che hanno successivamente portato il numero dei positivi 50. Erano i tamponi iniziali dei 76 ospiti su cui era stato fatto il monitoraggio. Per quel che riguarda i dpi, di cui si è occupata anche la commissione di ieri, sia prima del cluster erano presenti adatti, successivamente sia Asl che Kcs hanno garantito la presenza di dpi adeguati. Sono sostanzialmente d'accordo sul fatto che l'Rsa, qualunque tipo di rsa sia, difficilmente riesce a gestire. Attualmente è Covid positiva ma solo momentanea per gestire il cluster si è creato. L'Asl5 e Kcs si sono visti per riorganizzare tutta la struttura e fra domani e dopodomani daranno le linee. L'rsa ad oggi non dinventerà una struttura Covid positiva per il riferimento sul territorio".

Sarà ancora l'assessore Giorgi durante la serata a fare il quadro di quella che è allo stato attuale, la situazione nel comparto lavorativo, specificatamente all'azienda Fincantieri. Un chiarimento che avviene su precisa richiesta di Massimo Lombardi che ha presentato, nel merito, un'interpellanza: "Le positività riguarda 27 casi nel periodo che va dal 9 al 18 ottobre e 36 dal 19 al 29 ottobre. Naturalmente Asl5 dichiara che a partire dalle prime positività sono stati attivati tutti i protocolli di monitoraggio. L'azienda ha attivato insieme a Fincantieri e a tutta l'area cantieristica di riferimento una progettualità per tenere controllato il possibile propagarsi di Covid all'interno dei luoghi di lavoro per tutelare lavoratori e filiera produttiva. Tamponi rapidi e si proseguirà in questo senso. C'è un'effettiva difficoltà di cui tenere conto perchè sono presenti diversi operai stranieri e ci sono difficoltà a gestire una situazine con loro per mancanza di contatti. E' stato pertanto formato un gruppo extra che supporta e monitora questi lavoratori per dare loro informazioni, garantendo il monitoraggio anche per loro".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News