Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Agosto - ore 11.27

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"L'avversario da battere sono gli spezzini indecisi e fatalisti" | Foto | Video

Matteo Salvini torna in città e questa volta sceglie il centro ma non cambia slogan: "Un sindaco sostenuto dalla Lega non accoglie nemmeno un immigrato". Su Piazza Verdi: "Bisognerebbe arrestare chi l'ha voluta". E sul voto: "Occasione irripetibile".

`L´avversario da battere sono gli spezzini indecisi e fatalisti`<span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/fotogallery/La-seconda-calata-di-Salvini-per-2369_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Foto</a></span><span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/videogallery/Matteo-Salvini-alla-Spezia-1193.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Video</a></span>

La Spezia - "Siamo il primo movimento politico di centrodestra in Italia e Liguria, contiamo di liberare Genova e Spezia dai governi che le hanno amministrate in questi anni. Per la sinistra queste città devono essere capitali dell'accoglienza di finti profughi, dell'accoglienza, della sporcizia, per noi possono essere capitali del lavoro, della sicurezza, delle famiglie, dei giovani che non scappano. Noi ci mettiamo tutto quello che possiamo, l'11 giugno però tocca agli spezzini". La dialettica user friendly, spesso spregiudicata e non politically correct, lo ha reso personaggio in pochissimi anni e Matteo Salvini, che cala alla Spezia per la seconda volta in due mesi, non rinuncia ad arringare gli spezzini come ha abituato tutti in tv, sui social e sui media. Partendo come sempre dal tema dei migranti: "Ne sono sbarcati 60mila da inizio anno, si tratta del 50% in più di un anno fa, col bel tempo di gente che non scappa dalla guerra e che pretende di arrivare qui ed avere lavoro, casa, documenti ce ne sono a migliaia. Qualcuno si sta arricchendo, vedi le cooperative, e il tasso di immigrazione che l'Italia si può permettere è 0. Un sindaco sostenuto dalla Lega, a Spezia come a Genova, ovviamente pensa prima agli italiani. Non c'è più spazio nemmeno per una persona". Appena arrivato in piazza Verdi ci sono i militanti del Carroccio ma anche tanti curiosi che non vogliono farsi sfuggire il preziosissimo selfie con il loro idolo politico: "Noi siamo pronti, non governeremo mai con la sinistra, prima si vota e meglio è perchè la situazione economica e sociale è pesante. I voucher? Tagliarli tout court avrebbe favorito il lavoro nero, limitarlo ad alcune categorie è un'opportunità".

L'attraversamento di piazza Verdi fino al gazebo della Lega riporta la discussione sui temi locali: "Bisognerebbe arrestare chi ha voluto questa cosa - lo dice facendosi fotografare sarcasticamente nell'agorà contestata anche da Sgarbi - e allora è fondamentale che l'11 giugno la gente esca di casa. Si può cambiare, c'è la Lega forte, c'è un progetto di città. Fatelo perché poi non voglio sentire gente che si lamenta perchè le cose non cambiano mai". La "parata" continua in centro storico, con due applausi ironici davanti ai point avversari di Melley e Manfredini, prima di arrivare in piazza Beverini dove il leader della Lega parla ancora ribadendo che "un sindaco sostenuto dalla Lega non accoglie nemmeno un immigrato". Applausi scroscianti, decine di mani lo acclamano, prima dell'ultimo discorso: "Oggi è una bella giornata in Liguria. La Regione ha approvato una legge che dice che puoi avere diritto ad una casa popolare se risiedi in Liguria da non meno di dieci anni. Chi è appena arrivato si metta in fondo alla fila, prima vengono gli italiani. Ripeto che un sindaco sostenuto dalla Lega butta giù il telefono se il Prefetto gli chiede di ospitare altri immigrati". Poi l'attacco al Pd: "Ti impongono dodici vaccinazioni obbligatorie sennò ti prendono il bimbo e non pensano a quanti immigrati arrivano. C'è un business dietro l'immigrazione, è evidente. Per cambiare le cose c'è bisogno di voi: l'avversario da sconfiggere sono gli spezzini che non sanno se votare o non votare. Un'occasione del genere non passa più per i prossimi trent'anni... Adottate uno spezzino al giorno, siate molesti. Poi al ballottaggio torno e ce la giochiamo. La legge elettorale? Mi cadono le palle, la gente mi chiede come fa suo figlio a trovare lavoro, chiede una città accogliente e pulita, chiede di non spendere milioni in opere come piazza Verdi che sembra un autolavaggio".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Video

30/05/2017 - Matteo Salvini alla Spezia


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure