Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Aprile - ore 19.57

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"I leghisti, che regalano crocifissi e poi snobbano don Luca Palei"

A Roma si flirta e alla Spezia si attacca. Il M5S contro la Lega: "In campo per il presepe, non per i valori della carità".

"I leghisti, che regalano crocifissi e poi snobbano don Luca Palei"

La Spezia - "Non possismo non chiederci come sia possibile che chi propone mozioni sull’opportunità di porre il crocifisso nelle stanze comunali, arrivando perfino a comprarne di tasca propria, o di fare il presepe negli edifici pubblici in nome della tradizione cristiana, non sia altrettanto pronto ad encomiare chi invece della carità fa la propria missione, secondo l’insegnamento evangelico e senza distinguere tra esseri umani di serie A ed esseri umani di serie B". E' il Movimento Cinque Stelle, rappresentato dai suoi consiglieri comunali, a puntare il dito contro quello che è secondo loro il paradosso leghista. Ieri la decisione dei colleghi del Carroccio Cozzani, Viviani, Paita, Mochi e Vatteroni e degli assessori verdi Brogi, Giorgi e Medusei di non presentarsi in aula nel momento in cui Don Luca Palei, direttore della Caritas diocesana di La Spezia-Sarzana-Brugnato, riceveva la benemerenza civica.

"Un’assenza assordante. Assordante perché, anche se non la si fosse notata, gli autori della stessa, ossia gli assenti, hanno provveduto a pubblicizzarla ai quattro venti. Le motivazioni addotte sono quantomeno originali: una protesta contro il centrosinistra, che ha "indegnamente strumentalizzato la persona di Don Luca Palei per fare polemica politica e propagandare il sistema di accoglienza istituito dai governi del Pd negli ultimi cinque anni", pungono i pentastellati.

I flirt romani tra le due formazioni sembrano lontanissimi se visti dalla Spezia. "Premesso che il Movimento Cinque Stelle non è né di destra né di sinistra, ma dalla parte dei cittadini non possiamo non chiederci come sia possibile che i cinque consiglieri non abbiano ritenuto di rappresentare l’istituzione e tutta la città e non solo una parte, cioè unicamente quella di ideologia leghista. Non possiamo non chiederci neppure come sia possibile che nella benemerenza di Don Palei non si sia visto l’apostolo della carità ma una figura dedita soprattutto a supportare gli immigrati. Ci auguriamo che un simile atteggiamento sia dettato più da un lapsus di valutazione che da vero convincimento. Nel secondo caso sarebbe triste e molto preoccupante".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Stagione virtualmente finita in casa Spezia, tempo di bilanci. Chi merita la conferma nel settore tecnico secondo i lettori?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News