Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 23 Aprile - ore 22.05

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"I lavori alla Mazzini progettati da loro? Sì ma progettati male"

Frijia e Manucci contro l'onorevole Paita: "Problemi risolti solo col nostro intervento, tanto che sono servite altre risorse per rattoppare le mancanze del centrosinistra. Pensi anzi ai nastri che non è lei a tagliari".

botta e risposta
"I lavori alla Mazzini progettati da loro? Sì ma progettati male"

La Spezia - "Mettiamo subito in chiaro un concetto: i soldi pubblici non sono né del Partito Democratico né di alcun partito politico, appartengono ai cittadini. Il compito della politica è quello di impiegarli non solo bene ma soprattutto di non impiegarli per la stessa cosa più volte, sprecandoli: un compito fallito più di una volta sia dalla giunta Burlando in Regione sia dalla giunta Federici". Sauro Manucci e Maria Grazia Frijia, consiglieri di Fratelli d'Italia che si sono occupati della cosa pubblica negli anni anche e soprattutto dai banchi dell'opposizione, respingono al mittente le critiche all'amministrazione da parte di Raffaella Paita che aveva sottolineato i meriti dell'amministrazione precedente e il fatto che fino ad oggi il sindaco Peracchini ha tagliato nastri di opere volute da altri".

Ammettono i consiglieri che la paternità dei lavoro di ristrutturazione appartiene al recente passato, ma chiariscono che è stato proprio con Peracchini che si è arrivati alla messa in opera dei progetti: "L’opera di ristrutturazione della Mazzini è stata progettata dalla giunta Federici, è vero: quello che si dimentica di dire l’onorevole Paita è che è stata progettata in modo tanto carente da aver causato un estremo ritardo nella consegna, risolto solo con il nostro intervento. E’ stata l’amministrazione Peracchini a far arrivare la Mazzini in porto investendo ulteriori risorse per lavori non previsti ma necessari: i condizionatori, per esempio, e il nuovo impianto di illuminazione del salone di lettura per garantire agli studenti e ai lavoratori della biblioteca di viverla senza disagi, per non parlare di tutti gli altri adeguamenti. Risorse dei cittadini che sono state ulteriormente stanziate per rattoppare le mancanze del centrosinistra. Invece di pensare ai soldi in più messi dai cittadini per colpa delle carenze proprie e della sinistra, l’onorevole Paita pensa ai nastri che non è lei a tagliare. Attenzione, perché l’invidia rode se stessa".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News