Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 20 Aprile - ore 15.16

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"I conti non tornano, così il Comune prende 400mila euro da Recos"

Intervento di Federica Pecunia, segretario provinciale del Partito democratico.

La Spezia - Provo a fare il punto su una questione divenuta spinosa. Spezia riceve un ipotetico contributo di 400mila euro una tantum dalla società Recos. Così leggo nelle schede del bilancio di previsione del Comune capoluogo, nella documentazione citata(che richiedo) le motivazioni:
“Nel corso dell’elaborazione del progetto di sviluppo impiantistico nell’area degli attuali insediamenti di Saliceti e Boscalino, ambiti nei quali, come previsto dalla pianificazione regionale e provinciale, prenderà vita il nuovo Polo impiantistico destinato al trattamento delle frazioni residua ed organica, la società Recos ha valutato le componenti ambientali relative ai territori dei comuni limitrofi alle predette aree.”
Ieri altri sindaci della provincia hanno ricevuto la medesima lettera, con un sfasatura curiosa rispetto alla prima. Pare di capire che alcuni Comuni siano stati individuati come ”limitrofi” al sito del nuovo impianto che evidentemente si sovrapporrà a quello attuale di Saliceti.
La Regione ha dunque già individuato il sito dove costruire il nuovo impianto di lavorazione del rifiuti ? Ma sulla base di quale progetto e quindi con quale impatto sul territorio ? Quanti rifiuti dovranno arrivare a Saliceti in un anno o un mese o un giorno ?E’ lecito chiedere e pretendere da Regione Liguria chiarezza: quando è stato deciso, in quale sede, dove è il progetto ? La cittadinanza e i Comuni sono stati avvisati ? Alla trasparenza si preferisce questa logica di contributo una tantum che sembra riferirsi alla mitigazione di un impianto inesistente, neppure progettato, e per la sua gran parte raggiungerà le casse del Comune di Spezia che non ospita l’impianto attuale e dal quale, anzi, occorre prendere un raccordo autostradale per raggiungerlo. Forse è questo il punto e spiegherebbe anche perchè Spezia preceda di molti giorni nell’attenzione di Recos i Comuni davvero interessati all’impianto come è ora e come vorrebbero che fosse in futuro: i conti del piano dei rifiuti non tornano e occorre quello che, nei negozi, si chiama banalmente uno sconto.
Bene, bravi, ma soprattutto bis! Perchè il contributo servirà ogni anno e, magari, non a spese dei Comuni più piccoli, neppure se hanno la colpa di essere amministrati dal centrosinistra. A proposito, la Senatrice Pucciarelli cosa ne pensa ?

Federica Pecunia.
Segretario Provinciale Pd La Spezia

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News