Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Gennaio - ore 11.23

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"I Comuni che negano l'accoglienza paghino a chi invece si impegna"

`I Comuni che negano l´accoglienza paghino a chi invece si impegna`

La Spezia - Ti rifiuti di ospitare i migranti? Che il tuo Comune sia penalizzato e chi invece li accoglie al posto tuo abbia delle agevolazioni fiscali. E' la proposta del consigliere spezzino Roberto Masia del gruppo Sinistra Unita per il Socialismo europeo. L'idea è semplice: chi non vuole contribuire agli sforzi che tanti territori stanno facendo per mitigare l'impatto del fenomeno dell'immigrazione, paghi in soldoni. "In un quadro internazionale dove il nostro Paese si è impegnato a rispettare le risoluzioni dell’Unione Europea sull'accoglienza ai migranti e dove analogo (ma anche minore impegno) invece non è stato assunto né rispettato dai paesi dell’Est, circa 2.600 comuni italiani su 8000 hanno accettato di accogliere profughi nella loro città, rispondendo positivamente all'invito del ministero degli Interni", fa notare Masia.
"Con questa percentuale il rifiuto dell’accoglienza penalizza i comuni che accolgono, sia perché dovranno accollarsi anche i profughi rifiutati da altri comuni, con il conseguente aggravio delle questioni logistiche e di gestione, sia perché costretti a governare nelle proprie comunità locali le forme di dissenso, provocate o innescate anche da allarmi ingiustificati sui rischi dell’accoglienza".

Questo il presupposto, poi arriva la proposta. "Per questi motivi, certi che innanzitutto debbano essere ricercate soluzioni a livello europeo per una maggiore equità nella redistribuzione dei profughi e dei rifugiati, nel ritenere che l’accoglienza debba essere un dovere umano e istituzionale e nel ritenere altresì inaccettabile che per il diniego di alcuni sindaci, ci siano comunità che debbano sobbarcarsi l'onere che spetterebbe ad altri. Chiediamo alla regione e al governo di introdurre incentivi per i comuni virtuosi e nel contempo penalizzare i comuni che non si fanno carico della loro parte di responsabilità".
"La Spezia vanta una decennale storia di accoglienza e solidarietà per le popolazioni colpite da persecuzioni razziali o in fuga da luoghi di guerra, miseria endemica o privazione dei diritti universali e aderisce al Comitato 3 Ottobre, nato in seguito alla tragedia del 3 ottobre 2013 in cui perirono 368 profughi, morti davanti alle coste di Lampedusa", ricorda infine Masia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure