Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Agosto - ore 22.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Federici deve scappare, ora ne cancelleremo le tracce" | Video

Vittorio Sgarbi commenta a modo suo l'esito delle elezioni amministrative: "Distruggere Piazza Verdi per costruire quegli archetti immondi ha determinato l'umiliazione dei cittadini che si sono vendicati". Che ne sarà ora dei portali di Buren?

`Federici deve scappare, ora ne cancelleremo le tracce`<span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/videogallery/Sgarbi-Finalmente-a-La-Spezia-ci-siamo-1222.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Video</a></span>

La Spezia - La battaglia tra Vittorio Sgarbi e l'ormai ex sindaco Massimo Federici si arricchisce di un nuovo capitolo, con il commento del critico romagnolo al risultato delle elezioni amministrative di domenica. Un nuovo step che potrebbe anche arricchire il faldone delle querele per diffamazione che i due si sono scambiati al termine di un rapporto in cui Sgarbi, come da copione, ha sempre mantenuto i toni alti. E anche in questo messaggio caricato sul suo canale YouTube, i termini sono più da sciabola che da fioretto.
“Per molto tempo abbiamo insistito sulla cattiva amministrazione della Spezia. Oggi possiamo compiacerci del giorno della vendetta. Non credo che occorrerà fare nient'altro che cancellare la traccia di quello che ha fatto il sindaco Federici: vandalo, barbaro e nemico della bellezza. Lui ha distrutto la Spezia, io ho detto che è un distruttore. Il Pd con lui ha iniziato la sua fine”.
Parole che rievocano quelle dell'ultima conferenza al Nh hotel, quando Sgarbi aveva detto che in caso di vittoria di Giulio Guerri e di sua nomina ad assessore tecnico alla Cultura avrebbe abbattuto le opere di Buren collocate in Piazza Verdi. Ora il critico parla più genericamente di “cancellare le tracce”, ed è pur vero che Guerri non è diventato sindaco e Sgarbi non sarà (a meno di sorprese) assessore... chissà che ne sarà dei portali di Buren...

“Il nostro candidato Guerri – prosegue Sgarbi che, per primo, aveva rilasciato dichiarazioni che avevano subito fatto pensare a un possibile apparentamento al secondo turno tra Guerri e Pierluigi Peracchini - ha fatto l'apparentamento con il centrodestra e avrà un ruolo importante per difendere una città bellissima, umiliata da gente incapace e violenta. Distruggere Piazza Verdi per costruire quegli archetti immondi ha determinato l'umiliazione dei cittadini che si sono vendicati di quel sindaco. Che oggi deve scappare da Carrar... ehm, La Spezia e pagare per quello che ha fatto. La città potrà sperare di ritrovare la bellezza perduta", conclude Sgarbi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Video

27/06/2017 - Sgarbi: "Finalmente a La Spezia ci siamo liberati di quel barbaro di Federici"


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure