Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 18 Agosto - ore 20.50

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Da sempre contrari a Iren. Guerri? Non può saltare per motivi politici"

Intervista al consigliere di maggioranza Massimo Baldino Caratozzolo di 'Per la nostra città'. Che stasera chiederà tutte le carte sul futuro di Acam.

"Non vedo rischio di rottura"
"Da sempre contrari a Iren. Guerri? Non può saltare per motivi politici"

La Spezia - Clima frizzantino dalle parti di Palazzo civico. Il voto del consiglio comunale per l'aggregazione tra Acam e Iren si avvicina e la maggioranza è chiamata a fare i conti con l'eterodossia del gruppo "Per la nostra città", che esprime il presidente del consiglio comunale Giulio Guerri e il consigliere di maggioranza Massimo Baldino Caratozzolo, intenzionati a non avallare le nozze tra la municipalizzata spezzina e la multiutility con sede a Reggio Emilia. Ne abbiamo parlato, a poche ore dalla cruciale commissione a tema di stasera, con il consigliere Caratozzolo.

Consigliere, si trova in una situazione un po' spinosa.
"No, non mi ci sento. C'è una differenza di vedute sull'aggregazione Acam-Iren rispetto alla maggioranza di cui faccio parte. Porto avanti una posizione di contrarietà già espressa in campagna elettorale da 'Per la nostra città', e che era anche il pensiero, però, di molti dell'attuale maggioranza. Noi siamo fermi su quanto abbiamo sempre sostenuto".

Così non corre il rischio di trovarsi fuori dalla maggioranza?
"Non vedo questo rischio, un voto diverso non sottintende la rottura dell'intesa. Certo, se sui prossimi venti temi siamo in disaccordo su diciotto, allora d'accordo, c'è qualcosa che non va".

Delicata in questo senso la posizione del presidente del consiglio Giulio Guerri...
"Il presidente del consiglio comunale non può essere fatto saltare per motivi politici. Sarebbe come far saltare il Capo dello Stato perché il suo partito non è più in maggioranza. Certo, in politica si vede di tutto e di più... anzi, non in politica, ma nella malapolitica. Mi auguro che etica e decenza portino non a fare malapolitica, ma il suo esatto contrario".

Stasera l'aggregazione sarà al centro di una commissione consiliare di estrema importanza.
"In tale sede comincerò a spiegare perché non mi sento di votare favorevolmente all'aggregazione. E chiederò documenti, chiederò cose precise per la città, chiederò di incontrare Iren... io il 'signor Iren' in commissione non l'ho mai visto. Se loro di qui al 28 dicembre - o al 21, vedremo quando si voterà la delibera - sono in grado di produrre le cose che chiedo, e se queste cose ci faranno cambiare idea... ma credo che ciò che chiediamo ci venga mostrato ci farà propendere sempre per il no. Però ripeto, parliamo di cose che non abbiamo visto. Nei 500 fogli che ci sono stati consegnati mancano elementi importanti e oggi in commissione lo dirò! 500 fogli che tra l'altro ci sono stati recapitati soltanto il 9 dicembre, e qui condivido quanto lamentato dai consiglieri del Pd: mi chiedo se sia questo il sistema con cui i consiglieri possono esprimere un voto ponderato e utile per la città".

Che dicono in questi giorni quelli che l'hanno votata?
"Ho ricevuto grande solidarietà sia da chi ha votato il nostro gruppo, sia da parte di tanti che hanno votato altri gruppi dell'attuale maggioranza, cosa che mi ha fatto molto piacere".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News