Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Maggio - ore 10.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Acam vuole smantellare il servizio idrico?"

Un'interpellanza irrompe nei consigli comunali di mezza provincia: "C'è ancora la volontà di mantenere Acam acque pubblica al 100 per cento?"

`Acam vuole smantellare il servizio idrico?`

La Spezia - La lista di flessibilità per il trasferimento di 75 lavoratori in Acam ambiente per la raccolta porta a porta mette a rischio l'operatività di Acam acque. Lo sostiene un gruppo di consiglieri comunali ex Sel e di Rifondazione comunista della provincia che presenteranno nei rispettivi organismi la stessa interpellanza, per mettere alle strette i sindaci soci.
"Vogliamo vederci chiaro - affermano - e opporci a questo scempio. Visto che la razionalizzazione degli organici, mettendo in discussione il ruolo di primo piano svolto dai manutentori del reparto idrico, prospetta chiaramente uno smantellamento del settore, è deducibile la chiara volontà di esternalizzare il servizio pubblico, senza dare garanzie ai cittadini ed ai lavoratori. Gli operai non possono essere sacrificati a logiche di mero apparato, rischiose per la salvaguardia dei posti di lavoro e per l'efficienza del servizio idrico pubblico".

L'allarme è lanciato in maniera congiunta da Gianni Torri, consgiliere comunale di Ameglia, Diego Denevi, capogruppo di opposizione a Vernazza, Pierangelo Rosi, consigliere di opposizione a Brugnato, Andrea Ornati, presidente del consiglio comunale di Lerici, Simona Cossu, consigliere comunale della Spezia, Nicola De Benedetto, ex coordinatore di Sel per la Riviera, Andrea Licari, ex coordinatore di Sel per la Val di Vara, e Gabriella De Rosa, ex coordinatrice di Sel a Sarzana.

"Il piano presentato per la ristrutturazione - si legge nel documento - prevede la cessione delle quote di proprietà di Acam gas e Acam Clienti, del 49 per cento di Acam Ambiente e il mantenimento pubblico di Acam Acque e Integra, prevede altresì il miglioramento dell'operatività industriale dell'azienda attraverso lo spostamento di personale al servizio di igiene ambientale. L'azienda ha provveduto a stilare la lista di flessibilità interna in cui ha individuato il personale da destinare al servizio di raccolta differenziata, tale lista vede nei primi 80 posti molti operai di Acam acque mettendo a rischio l'operatività dei servizi di: Centro servizi sportello, call center, fatturazione, manutenzione e gestione impianti e reti, prevedendo lo spostamento di personale tra cui tecnici di fognatura, di depurazione , tubisti, escavatoristi, saldatori".
"Se questa lista dovesse essere confermata - prosegue l'interpellanza -, nei fatti si smantelleranno servizi essenziali e funzionanti, tale azione non ha alcuna logica industriale e contraddice sia la volontà di reinternalizzazione dei servizi in appalto, sia la volontà del mantenimento pubblico delle società di Acam acque e Integra".
Per questo i promotori dell'iniziativa chiedono di sapere dai sindaci "se c'è ancora la volontà di mantenere al 100 per cento pubblica Acam acque e quali iniziative intendano intraprendere, in qualità di soci, per evitare lo smantellamento dei servizi erogati da Acam acque e Integra". E infine chiedono il parere delle amministrazioni in merito alla fallibilità dell'azienda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Mimmo Di Carlo in scadenza di contratto, vorreste vederlo ancora sulla panchina dello Spezia?
56,3% 
43,7% 






























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure