Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Settembre - ore 15.22

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"A Peracchini sfugge che genitori lavorano ovunque e insegnanti arrivano da ogni angolo della provincia"

Intervento di Federica Pecunia, consigliere comunale Italia viva.

"A Peracchini sfugge che genitori lavorano ovunque e insegnanti arrivano da ogni angolo della provincia"

La Spezia - "L'ordinanza regionale, per fare fronte all'aumento di contagi nella nostra provincia, chiude gli istituti scolastici del comune capoluogo fino al 24 settembre. Chiaramente il presidente della Provincia nonché della conferenza dei Sindaci Peracchini non ritiene di dover convocare con urgenza un' assemblea con i suoi colleghi amministratori della provincia intera per concertare una strategia comune. Ma del resto non è certo una cosa che fa spesso. E così le scuole dei comuni limitrofi a Spezia riaprono. Anche quelle dei miei figli nell'istituto comprensivo Isa 21 di Follo, che include anche le scuole del Comune di Calice al Cornoviglio. Forse a Peracchini sfugge che alcune strutture scolastiche sono ancora cantieri aperti, che mancano i presidi di autoprotezione e che mancano insegnanti e personale ATA. Forse pensando che siano tutte competenze del Governo ritiene di non doversene occupare. Forse non sa per esempio che a Calice al Cornoviglio non avremo il trasporto scolastico e che molti bambini saranno impossibilitati a raggiungere la scuola. E le frazioni più lontane dalla scuola non hanno neanche mezzi pubblici, ma quando Peracchini tolse 300 mila euro al trasporto pubblico locale sapevamo che a rimetterci sarebbero stati i piccoli comuni, ma lui del resto fa il Sindaco di Spezia e non si è accorto che Spezia è il capoluogo della provincia. E su questo punto abbiamo, come mamme, fatto precise richieste al Comune di Calice e continueremo a farle perché i servizi devono garantire il diritto all'istruzione, vero motore della nostra società". Così Federica Pecunia, consigliere comunale di Italia viva alla Spezia.

"Forse Peracchini - prosegue - non sa che, in molti istituti, Asl5 non ha ancora individuato il medico di riferimento covid. Ma più che altro siamo noi che non avendo mai avuto modo di vedere la mappa dei contagi, non comprendiamo come si possa decidere che l'emergenza sanitaria sia più pericolosa in città che in provincia, ben comprendendo che il numero maggiore di istituti è naturalmente concentrato sul comune. Ma forse a Peracchini sfugge anche che ognuno di noi lavora ovunque, che gli insegnanti provengono da ogni angolo della provincia, altrettanto il personale ATA e quindi non siamo certo in condizioni differenti dal momento in cui uno dei nostri figli entra in classe. Sempre se riesce ad andare perché il pulmino non c'è, sempre se la classe è pronta perché il cantiere è ancora indietro.
Peracchini non è solo il Sindaco della Spezia è anche il presidente della Provincia e ha in capo la sanità provinciale. E dovrebbe almeno provare a esercitare il ruolo. Invece non fa né l'uno né l'altro e allora proprio non comprendo cosa ci stia a fare lì. Forse ha giusto il tempo da dedicare alle priorità di questi giorni: una trasmissione sportiva, ma non certo un consiglio comunale per dare doverose informazioni ai suoi concittadini. La Liguria, Spezia e la Provincia meritano più attenzione e più dedizione. Visto che proprio non ci riuscite nemmeno in momenti difficili basta un piccolo ma grande gesto: togliete il disturbo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News