Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 13 Dicembre - ore 22.26

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Venelli: "Non si può continuare a chiudere uffici postali perché sono in zone disagiate"

Nella relazione il punto sulle imprese di telecomunicazioni e un passaggio sui call center: "Non sono più un'attività riservata ai giovani".

rieletta segretario della Slc Cgil
Venelli: "Non si può continuare a chiudere uffici postali perché sono in zone disagiate"

La Spezia - Tiziana Venelli, segretario uscente, è stata riconfermata alla guida del sindacato che rappresenta i lavoratori delle poste e delle telecomunicazioni. E' il risultato del congresso della Slc Cgil spezzina che si è svolta questa mattina in Camera del Lavoro anzichè alla ex Vaccari. “I call center non sono più un'attività riservata ai giovani - ha detto la Venelli nella sua relazione - nel territorio spezzino abbiamo Comdata e Call&Call. Nel primo caso ci troviamo di fronte ad un vero e proprio dumping sociale tra le sedi, le commesse sono spostate continuamente da un sito all'altro e questo genera senso di precarietà tra i lavoratori. Nel 2009 abbiamo già scongiurato la chiusura del sito della Spezia. Il nostro obbiettivo sarà quello di favorire l'arrivo di nuove commesse, poter usufruire anche del lavoro somministrato e aumentare i lavoratori del sito. Per quanto riguarda Call&Call, siamo alle prese con una ristrutturazione del debito avviata e non ancora completata, un debito causato da scelte sbagliate. Un percorso di risanamento che ancora richiede un imprescindibile sforzo di tutti, anche attraverso ulteriori sacrifici dei lavoratori con la dilazione della tredicesima anche per l'anno 2018.”

Venelli si è soffermata anche sul processo di riorganizzazione di Poste Italiane, che ha avuto un forte impatto anche sul nostro territorio, sulle condizioni di lavoro e sui servizi all'utenza: “Non si può continuare a chiudere uffici perché sono in zone disagiate, non si può continuare ad ignorare la necessità di personale agli sportelli, non si possono trattare i lavoratori come se fossero venditori a cottimo. Non può continuare la consegna della posta a giorni alterni, con turmi spalmati su tre fasce orarie ed al'interno di zone di competenza completamente ridisegnate". “I nostri prossimi quattro anni saranno caratterizzati dai rinnovi Rsu in Comdata, Tim e Poste - ha concluso la segretaria Slc - dobbiamo rimettere al centro i diritti inviolabili dei lavoratori, difendere la contrattazione collettiva messa a rischio con il moltiplicarsi dei contratti pirata e dal ricorso ad esternalizzazioni ed appalti al ribasso.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








VIDEOGALLERY



Quanto spenderete per i regali di Natale?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News