Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Maggio - ore 22.33

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Un tempo arsenalotti, oggi occupati nella nautica

I dati di Confindustria raccontano di una città sempre meno “arsenalotta”. Edilizia a picco, ma il turismo è ancora poco strutturato. Faconti: “Poca offerta strutture alberghiere classiche”.

I numeri
Un tempo arsenalotti, oggi occupati nella nautica

La Spezia - Sono le costruzioni e il commercio i grandi malati dell’economia spezzina. E’ questa la prima verità che esce dagli “Stati generali dell’economia spezzina” in corso di svolgimento presso l’auditorium dell’Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Orientale. Delle cinque voci che compongono li tessuto economico provinciale, l’edilizia e la vendita al dettaglio sono quella che dimostrano la maggiore sofferenza, mentre industria, porto e logistica e turismo continuano a segnare buoni numeri.
“L’84% degli occupati spezzini è dipendente da una piccola impresa”, ricorda Paolo Faconti, direttore generale di Confindustria La Spezia. E queste sono sempre più legate alla nautica. La fu città degli arsenalotti si sveglia oggi con il comparto delle costruzioni navali che occupa 5.875 dipendenti a livello provinciale contro i poco più di 3mila del comparto difesa sulle quaranta aziende iscritte a Confindustria. “In generale l’industria porta nell’ultimo anno un incremento del valore aggiunto di 23 milioni”, spiega Faconti.
Il porto conferma la crescita sia del traffico merci (1,5 milioni di teu) che di quello passeggeri (700mila crocieri sti). Il turismo è legato in parte a quest’ultima voce e anche in questo caso il segno più è ormai un’abitudine, soprattutto quando si parla di turismo internazionale: in dieci anni si è passati da 250mila visitatori stranieri a 600mila odierni. “Ma l’offerta ricettiva rimane sbilanciata in favore dell’extralberghiero - sottolinea Faconti - che offre 11mila posti letto contro i 7mila dell’alberghiero classico. In particolare ogni struttura ha una media di otto posti letto a disposizione”. Il mutamento di pelle della città quindi non è ancora compiuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News