Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Marzo - ore 20.44

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Turismo, il capoluogo traina una crescita che sta rallentando

A livello regionale e provinciale si registrano anche dei segni meno, mentre La Spezia continua a registrare buone performance. Lerici cresce solo del 2 per cento, ma non crede nella Dmo.

Uno scenario col golfo a metà
Turismo, il capoluogo traina una crescita che sta rallentando

La Spezia - Continua la crescita del turismo, anche se con un ritmo decisamente inferiore rispetto agli anni precedenti. Il rallentamento nell'aumento dei flussi che contano, quelli delle persone che pernottano almeno una notte e di quanti si fermano nelle strutture ricettive per più giorni, è tale che in alcuni casi si avverte una leggera contrazione.
Le ragioni di questa situazione possono essere differenti e saranno più chiare con la prossima stagione, ma di sicuro, qua e là, stanno iniziando a suonare alcuni campanelli di allarme. Il ritorno sul mercato di destinazioni come le coste del Nord Africa è certamente un elemento del quale tenere di conto e a questo si aggiunge il fatto che la crescita in doppia cifra della provincia spezzina e del capoluogo che si erano registrate negli anni precedenti, prima o poi, avrebbe dovuto subire un rallentamento. E' chiaro: crescere in maniera esponenziale in un settore nel quale ci si affaccia con convinzione per la prima volta è sintomo di una buona, ottima risposta da parte dei mercati, ma ad un certo punto si va verso un assestamento fisiologico.

I dati
Nei primi nove mesi dell'anno in Liguria si è registrato un calo degli arrivi pari allo 0,11 per cento, un valore negativo che cresce sino al meno 2,11 per cento in termini di presenze, ovvero di notti dormite da parte dei turisti, italiani e stranieri.
Nella provincia spezzina le cose sono andate diversamente. A settembre gli arrivi sono cresciuti del 2,58 per cento, ma sono in controtendenza le presenze, calate dello 0,72 per cento. La contrazione è minima se si fa il raffronto con i primi nove mesi del 2017: con 2 milioni e 243mila presenze il calo è stato solamente dello 0,5 per cento. Gli arrivi, invece, sono cresciuti del 2,99 per cento.
A trainare il comparto e il territorio, ancora una volta, è il comune capoluogo. Alla Spezia, a settembre, gli arrivi sono stati l'8,83 per cento in più rispetto allo stesse mese dell'anno precedente e le presenze sono cresciute del 6,55. Su base periodica le presenze, 427.034, sono aumentate del 6,28 per cento, mentre gli arrivi sono schizzati dell'8,28 per cento.
Segue, tra i comuni di riferimento a livello turistico, quello di Levanto che nel totale complessivo ha visto gli arrivi lievitare del 5,67 per cento e le presenze del 3,58. Al terzo posto tra i quattro comuni presi in considerazione dall'ufficio turistico regionale c'è Monterosso, con un aumento degli arrivi pari al 3,32 per cento nei primi nove mesi, mentre le presenze sono cresciute del 3,24 per cento.
Chiude la classifica il comune di Lerici con arrivi saliti del 2,78 per cento e presenze aumentate del 2,27 per cento.

Alla luce di questi numeri appare chiaro come il capoluogo si sia ormai consolidato come hub di servizio, se non come destinazione turistica: le strutture, alberghiere ed extra alberghiere, continuano a occupare le camere con una certa continuità tra aprile e settembre. La necessità di destagionalizzare la proposta ovviamente rimane, ma è meno pressante di quanto non appaia per Lerici, dove l'estate ha consentito di recuperare dopo una primavera poco brillante. L'avanzamento lericino aveva fatto segnare percentuali importanti negli anni scorsi, dopo un periodo di forte contrazione, ma le cose sembrano ora tornare verso una cristallizzazione. Non si comprende pertanto la decisione di rinunciare all'adesione alla Dmo proposta e annunciata dal Comune della Spezia, che potrebbe garantire un traino in fatto di promozione e sviluppo anche per il territorio di Lerici. Senza considerare che la dicitura "Golfo e Terre dei Poeti" perderebbe molto del suo significato senza la partecipazione di Lerici e con quella di Porto Venere che resta in stand by sino al prossimo bilancio, quando dovrebbe essere annunciato il ricorso all'imposta di soggiorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News