Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 27 Novembre - ore 17.58

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Turismo e incertezze. Serve un'incrollabile fiducia nel futuro

Le voci da navigazione, alberghiero, extralbeghiero, associazioni di categoria. I numeri saranno diversi e si vivrà settimana in settimana. Le frontiere rimangono un'incognita.

strategie, rilancio, perplessità

La Spezia - Eppur si muove il turismo ma non del tutto. La maggior parte degli operatori del settore “naviga a vista” e con le prime aperture, tra le regioni, c'è ancora un po' di timidezza e ogni valutazione verrà fatta volta per volta. Il pensiero non è univoco. Nel settore del trasporto marittimo questi giorni sono stati un vero banco di prova, dagli affittacamere si avverte un profondo senso di abbandono. Dall'indoor c'è una certa consapevolezza: l'attuale situazione statunitense, in materia sanitaria e non per i disordini per la morte di George Floyd, potrebbe rappresentare una battuta d'arresto. Ancora diversa la situazione degli alberghi: c'è chi aprirà direttamente il 7 luglio, chi ospita persone che in questo periodo si muovono soprattutto per questioni lavorative e chi ha deciso di avere fiducia nonostante qualche incertezza resti.
Ad approfondire questi temi sono gli operatori del settore. Città della Spezia ha raccolto le loro testimonianze. Raccontano questi primi giorni: Rudy Biassoli del Consorzio marittimo turistico Cinque Terre Golfo dei Poeti, Ilaria Mazzilli del Consorzio degli afittacamere di Confartigianato, Eugenio Bordoni dell'azienda Arbaspaa e di Confesercenti Turismo, Virgilio Benigni di Mamberto storica azienda specializzata nell'incoming, Cristina Raso del Grand Hotel Porto Venere, Alfredo Castellanotti dell'Hotel Florida di Lerici, Marco Gilardi direttore operation Italia Us per NH Hotel e Fabrizio Trivelloni Confindustria turismo.
Ed è proprio dall'essenzialità del mare che unisce tutti e se solcato porta a scoprire i luoghi più apprezzati della provincia: i promontori, le isole. Rudy Biassoli fa un breve bilancio: “Noi abbiamo ricominciato a lavorare il 30 maggio. I primi due giorni l'affluenza è stata scarsa, invece il primo e il 2 giugno è stata buona. In questi giorni abbiamo capito come calibrare il servizio per il futuro e capire se le regole messe in atto funzionavano. Il 13 giugno riprenderemo il servizio e per quella data prenderemo ulteriori provvedimenti per farle rispettare. Ci saranno più regole per le operazioni di imbarco, dall'isola, e poi controlleremo maggiormente il distanziamento sociale e le mascherine a bordo. Assieme agli altri enti del territorio studieremo qualcosa per rendere le operazioni ancora più sicure”.
E' preoccupante la situazione registrata dal consorzio degli affittacamere di Confartigianato che conta 650 posti letto nel territorio. Prima del coronavirus il maggior numero degli arrivi era costituito da turisti stranieri . Ilaria Mazzilli spiega: “Purtroppo ad oggi le prenotazioni nelle nostre cinquanta strutture, si contano sulla punta delle dita: venti nuove prenotazioni in tutta l'estate. Navighiamo a vista, abbandonati da tutti a livello nazionale e locale”.

Dal mare al centro, passando per i tour operator. Eugenio Bordoni è operatore e responsabile del settore turismo per l'associazione di categoria Confesercenti: “Si vive di settimana in settimana. Giugno sarà il mese degli italiani e i primi clienti sono arrivati oggi. Se il clima fosse clemente potremmo sperare in qualcosa di più. Per le prossime settimane siamo al 10 per cento del totale rispetto al 2019, che contava anche gli stranieri. Abbiamo comunque registrato anche le prenotazioni di alcuni francesi, tedeschi e olandesi. Sentendo anche i responsabili di zona (booking, airbnb, Ndr): la ricerca va salendo e fino a settembre le presenze saranno soprattutto italiane. Il 15 giugno sarà uno sparti acque psicologico per comprendere le reazioni. Per i paesi limitrofi europei ci sarà da aspettare qualche settimana in più. Rispetto a una ventina di giorni fa abbiamo registrato un miglioramento. L'auspicio è che le amministrazioni e gli operatori possano organizzarsi affinché arrivino messaggi positivi”.
Virgilio Benigni specializzato nell'incoming spiega: “Noi lavoriamo al 95 per cento con il mercato straniero che al momento è fermo, dal 15 si sbloccherà la Germania, successivamente il Benelux. Dai nostri partner abbiamo la percezione che la situazione possa muoversi ma finché non si sbloccano le frontiere ogni previsione si rivela prematura. Raccoglieremo quello che abbiamo seminato, l'immagine di come l'Italia ha gestito la situazione a livello di malattia è positiva. Tra una ventina di giorni sapremo come reagirà il mercato straniero al prodotto italiano. Ci saranno difficoltà nelle destinazioni che lavoravano al 70 per cento con i turisti statunitensi perché potrebbero non partire”.

Il settore alberghiero: chi ha aperto, chi aprirà a giugno, chi vuole la “sicurezza” di luglio. La parola passa dunque agli alberghi. Alfredo Castellanotti dell'Hotel Florida ha aperto l'11 maggio. “Era ancora il periodo del blocco delle regioni – spiega – abbiamo ospitato soprattutto persone che viaggiavano per lavoro. Ora piano piano, abbiamo notato alcune nuove prenotazione e mail di richiesta. Lavoriamo con il mercato italiano e per l'estero dovremmo attendere. L'accesso alla spiaggia è molto richiesto: gli italiani sono molto sensibili. Noi abbiamo una parte di spiaggia riservata agli alberghi. Noi consigliamo sempre la prenotazione della spiaggia assieme alla camera per avere la certezza di avere la propria postazione”.
Marco Gilardi direttore operation Italia e Us per Nh Hotel. “La struttura alla Spezia riaprirà il 12 di giugno. Vogliamo dare un messaggio positivo e cercheremo di leccarci le ferite. Chiudere un albergo nei mesi iniziali della stagione, dove l'occupazione era ai massimi stagionali, senza certezze è davvero difficile da accettare. Il nostro auspicio è limitare le perdite dovute alla chiusura dell'albergo stesso. Riponiamo molta fiducia anche nel turismo locale, nei viaggi di lavoro. Il tiraggio quest'anno sarà meno internazionale. Gli altri anni sono stati da tutto esaurito e speriamo davvero di arrivare almeno alla metà dei numeri dell'anno scorso. Vogliamo crederci e lo Spezzino è una delle zone più belle d'Italia e speriamo ad esempio che gli italiani abbiano voglia di riscoprire realtà come le Cinque Terre. Noi siamo molto attenti e abbiamo già lanciato un protocollo di servizio, certificato tutti gli standard di sicurezza”.
Cristina Raso del Grand Hotel Porto Venere spiega: “Riapriremo il 7 luglio. La nostra situazione è molto particolare: la maggior parte dei nostri clienti proveniva da oltre oceano, in particolare americani e sud americano. Pochissimi i clienti italiani. Oggi assistiamo a un ribaltamento, quindi, mercato di prossimità con arrivi da Francia e Germania, Belgio e Svizzera. Per i paesi d'oltre oceano, in particolare l'America, guardiamo al 2021. Ovviamente speriamo che in autunno si muova qualcosa, ma non ci sono ancora abbastanza certezze”.

L'ultima parola è di Fabrizio Trivelloni di Confindustria turismo e membro del tavolo tecnico istituito dal Comune della Spezia: “Al livello territoriale stiamo lavorando su una serie di pacchetti e siamo molto attivi assieme all'amministrazione per portare avanti questo progetto. Non sarà un anno brillante. La progettazione comunque non si ferma e puntiamo molto agli accordi bilaterali istituiti con il Comune della Spezia e tra Verona, Trento e Parma per incentivare il turismo di prossimità. Ci stiamo impegnando per realizzare questi pacchetti e incentivare le visite nei rispettivi territori”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News