Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Novembre - ore 09.36

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Trasporti Fincantieri, i sindacati: “Servono proposte ed azioni efficaci, non lamentele”

Fim, Fiom e Uilm
Trasporti Fincantieri, i sindacati: “Servono proposte ed azioni efficaci, non lamentele”

La Spezia - “Non denunce e lamentele, ma proposte ed azioni efficaci. Questo è quello che per FIM, FIOM e UILM serve per risolvere le criticità relative al tema trasporti da e verso Fincantieri.” Così Gianuca Tavilla, Fim Cisl, Mattia Tivegna, Fiom Cgil e Graziano Leonardi, Uilm Uil, che continuano: “A fronte della piena ripresa delle attività all’interno del cantiere, i social e le testate online si sono ripopolate in questi giorni di foto che ritraggono fermate degli autobus sovraffollate di lavoratori diretti e dell’indotto Fincantieri. Ancora prima dello scoppio della pandemia FIM, FIOM, UILM avevano chiesto un drastico potenziamento delle linee di trasporto pubblico da e per il cantiere, denunciando un sovraffollamento dei mezzi che creava grossi disagi a tutti gli utenti. Il successivo scoppio dell’emergenza sanitaria e l’istituzione delle restrizioni legate ai DPCM vigenti hanno, di fatto, aggravato una situazione già critica, ma le nostre richieste condivise dall’azienda hanno portato Fincantieri a siglare un importante accordo con ATC per il potenziamento dei trasporti che prevede l’istituzione di 4 linee dedicate per le quali l’Azienda sostiene integralmente il costo economico.”

Continuano i sindacalisti. “ E’ indubbio che la fase sia delicata ed è necessario evitare ogni situazione di rischio, ma riteniamo che non sia con le denunce nei confronti dell’Azienda o, ancor peggio, dei lavoratori che si possa risolvere questa problematica. Ci aspettiamo dalle istituzioni locali coinvolte, Comune di Lerici, Comune della Spezia e ATC l’abbandono delle lamentele a favore di un percorso di ascolto, confronto e proposta, al quale come organizzazioni sindacali non intendiamo sottrarci, ma, anzi, come già fatto in precedenza, partecipare attivamente per arrivare a soluzioni efficaci e condivise.”

Concludono Tavilla, Tivegna e Leonardi: “Riteniamo che parlare di menefreghismo e disimpegno in questa situazione sia quindi inverosimile e fuori contesto anche a fronte del grande lavoro che la RSU interna svolge ogni giorno all’interno del cantiere. Chiediamo che ognuno degli attori coinvolti si impegni a fare la sua parte nel rispetto e nell’esercizio del ruolo che ricopre, senza strumentalizzazioni, senza alimentare pericolose conflittualità tra chi il lavoro lo produce, i lavoratori e i cittadini; solo così si possono trovare soluzioni efficaci.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News