Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 18 Agosto - ore 17.51

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Toto ai sindacati: “Tempi lunghi e burocrazia, il cantiere non può riprendere l’attività"

E' stata la stessa azienda costruttrice questa mattina a dare la brutta notizia alle parti sociali.

Toto ai sindacati: “Tempi lunghi e burocrazia, il cantiere non può riprendere l’attività"

La Spezia - E' stata proprio la Toto Costruzioni questa mattina a comunicare alle organizzazioni sindacali l’avvio della procedura di licenziamento collettivo per il personale impiegato nel cantiere del terzo lotto della Variante Aurelia della Spezia. Una decisione che la ditta romana definisce sofferta, difficile ed amara. Ma al tempo stesso da Roma si confermano le notizie del primo pomeriggio: "I termini di legge prevedono la concessione di un solo anno di Cig. Il termine in questo caso scade il 24 gennaio e non ci sono ancora le condizioni per ripartire con i lavori. Nonostante che sul piano delle intese ci siano stati passi avanti importanti, negli ultimi mesi. Nonostante l’impegno ulteriore del Governo, che ha assegnato nuove risorse per finanziare l’opera, il tutto non si è ancora tradotto in accordi e atti tra la committente Anas Spa e la società costruttrice, così da anticipare la ripresa dei lavori e scongiurare le misure di messa in mobilità del personale. Resta, infatti, da definire ancora un importante aspetto tecnico, relativo alla necessità di provvedere alle opere di presidio della frana denominata Carozzo, che interessa la galleria Felettino".

Da questo punto di vista, non ci sono novità sostanziali rispetto alle situazioni che un anno fa pregiudicò il corretto procedere dei lavori per la costruzione della Variante. "Proseguono i tavoli di lavoro con il Anas, finalizzati a definire tutti gli atti contrattuali necessari alla ripresa dei lavori, che auspichiamo possa avvenire in tempi rapidi, anche alla luce della ultima proposta avanzata dalla società ad Anas. L’apertura della procedura di licenziamento collettivo arriva dopo che sono trascorsi circa dodici mesi dall’avvio dalla Cassa integrazione guadagni, e dopo che la Toto ha avanzato proposte per rimuovere gli ostacoli che impediscono il completamento dell’opera". La procedura interessa 160 lavoratori impiegati in questo cantiere. Alcuni dei quali, per l’esattezza come detto si tratta di 85 unità, in pieno accordo, sono stati temporaneamente impiegati in altre attività e in altri cantieri della società nel resto del Paese. Dunque, il provvedimento riguarderà nell’immediato 75 persone. "Ribadiamo quanto già affermato un mese fa nel corso dell’audizione davanti alla commissione comunale (nella foto): riprendere il prima possibile i lavori nel cantiere è una priorità della Toto, ma devono sussistere tutte le condizioni tecnico giuridiche e di sicurezza per poterlo fare. Da parte nostra abbiamo ribadito anche ai sindacati la nostra volontà di arrivare rapidamente a una svolta, per ripartire a pieno regime nelle attività di realizzazione delle opere".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News