Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 21 Luglio - ore 22.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Terzo lotto, Anas: "Si può ripartire subito e poi trovare altri soldi"

I vertici dell'agenzia che ha affidato l'appalto per realizzare la terza tranche della Variante Aurelia sono stati ascoltati in commissione consiliare: "Se tutto va bene nuovo via entro gennaio". Ma serpeggia lo scetticismo.

Terzo lotto, Anas: "Si può ripartire subito e poi trovare altri soldi"

La Spezia - Si torna a parlare del terzo lotto della Variante Aurelia, il maxi-cantiere fermo da troppo tempo e che blocca di fatto la costruzione dell’ultima parte della futura tangenziale della città. Al di là delle problematiche di natura tecnica, che non sono poche, manca de facto una consequenzialità fra le parole, espresse a suo tempo da Anas, e i fatti.
“L’interesse di Anas è che i lavori - spiegano l’ingegner Lamberto Nicola Nibbi e il collega Francesco Pico, rispettivamente responsabile compartimentale Anas e direttore dei lavori - ripartano il prima possibile, ma non parliamo comunque di opere semplici. Ci sono scavi, tunnel, viabilità, che obbligano l’imprenditore a tenere un atteggiamento piuttosto rigido che si manifesta in una richiesta di maggior compenso (pari all'incirca a 50 milioni - Ndr). Le varianti sono regolate dal codice degli appalti, compresi i prezzi. L’azienda fa il suo lavoro e chiede ciò che valuta, ma noi siamo vincolati a quanto prevede il contratto”.

“Le soluzioni ai problemi sono state individuate, le differenze stanno nella normalità di ogni appalto”. E’ insomma una questione di soldi (milioni), della congruità di quanto viene richiesto e quindi di due valutazioni molto diverse fra azienda appaltante e Anas.
“C’è lo spazio contrattuale per ripartire subito e fare alcune attività per i prossimi due anni. La disponibilità c’è, non è necessario l’immediato finanziamento. Poi bisogna trovare altri fondi per concludere il resto, a partire dal possibile acquisto di altre aree. Toto Costruzioni è nelle condizioni di poter ripartire ma preferisce stare ferma per spuntare qualcosa di più. Cosa dicono loro per giustificarsi? Che le condizioni del cantiere rallentano il lavoro. Noi stiamo cercando in tutti i modi di trovare una soluzione”.
Quindi, se tutto è finalmente a posto, quando ripartono i lavori? A chiederlo ai vertici di Anas, con un po’ di comprensibile scetticismo, è proprio la presidente della commissione Maria Grazia Frijia: “Se dal punto di vista tecnico ci sono soluzioni, il discorso è diverso per i numeri. Mi sento di poter dire che al massimo entro gennaio, se tutto va bene, si dovrebbe ripartire”.

Sullo sfondo della discussione, c’è soprattutto la sorte dei 160 lavoratori, fra diretti e indotto, che al 31 dicembre, se nulla cambia, finiranno in cassa integrazione. “C’è tutto il tempo necessario per acquisire tutta la documentazione e contare sui presupposti che permetteranno di partire”. A breve giro di posta la stessa commissione ascolterà le ragioni di Toto Costruzioni, nella speranza che questa volta si arrivi davvero alla ripresa dei lavori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Come ogni estate, non c'è un giorno senza sagre. Che ne pensate?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News