Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 29 Ottobre - ore 23.58

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Tempi dimezzati se il retroporto diventa Zona logistica semplificata

Un'opportunità per snellire le procedure all'interno del polo alle spalle dello scalo spezzino.

Regimi speciali
Tempi dimezzati se il retroporto diventa Zona logistica semplificata

La Spezia - Semplificazioni, tempi ridimensionati, zona franca doganale. Questi alcuni dei vantaggi di cui l'area retroportuale di Santo Stefano si gioverebbe nel caso venisse istituita dalla Regione Liguria la Zona logistica semplificata ordinaria, come illustrato nel report realizzato dal Cieli - Centro italiano di eccellenza per la logistica e i trasporti su incarico dell'amministrazione Sisti. Un vasto dossiera che sarà presentato da Palazzo civico in maniera esaustiva e completa in occasione del prossimo consiglio comunale. Tra i temi toccati, come detto, quello della Zls, che produrrebbe innanzitutto, spiegano dall'organismo universitario genovese, importanti semplificazioni a procedure quali Via, Vas, Aia, Paesaggistica, concessioni demaniali: dal Cieli parlano di una riduzioni di tempi pari a un terzo rispetto a una situazione ordinaria. E le tempistiche addirittura si dimezzerebbero per ulteriori pratiche (autorizzazioni, licenze, permessi, concessioni e nulla osta a seguito di pareri, intese, ecc.). Altro frutto sarebbe l'attivazione, nel retroporto, della zona franca doganale, nonché vantaggi per quanto concerne il credito d'imposta, che sarebbe “commisurato alla quota del costo complessivo dei beni acquisiti entro il 31 dicembre 2022 nel limite massimo, per ciascun progetto di investimento, di 50 milioni di euro”, recita lo studio. E con l'attivazione della Zona logistica semplificata la Regione potrebbe chiedere al governo, segnatamente al Ministro per il Sud, ulteriori semplificazioni e regimi speciali da avviare tramite convenzioni o protocolli di intesa.

La Regione Toscana ha già concluso la fase di concertazione con gli enti locali del territorio per l'istituzione di una Zls. Tra i soggetti coinvolti figurano anche i Comuni di Carrara e Massa, la Camera di commercio apuana e quell’Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Orientale sotto la cui egida ricade altresì – da 'azionista' principale - lo scalo della Spezia. “Allo strumento della Zona logistica semplificata - si rammenta nell'indagine - si affianca lo strumento dell’Area di crisi industriale non complessa. Il Comune di Santo Stefano Magra è citato nell’allegato 1 del decreto direttoriale 19 dicembre 2016, il quale elenca i territori che possono accedere all’agevolazione per le aree di crisi industriali non complesse”.

N.R.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News