Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 30 Maggio - ore 11.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Stipendi cronicamente in ritardo, lavoratori Maris in sciopero | Video

Questa mattina gli addetti ai servizi di pulizie e verde della cooperativa hanno manifestato sotto la sede di Acam spa, che deve pagare oltre due milioni di scaduto.

Stipendi cronicamente in ritardo, lavoratori Maris in sciopero<span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/videogallery/La-protesta-dei-lavoratori-della-Maris-1185.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Video</a></span>

La Spezia - "Pagate le fatture!". E' questo uno degli slogan gridati questa mattina nel corso della manifestazione sotto gli uffici della direzione di Acam dai lavoratori della Cooperativa Maris impegnati in manutenzione del verde, decoro, pulizie civili e industriali, portierato Comune, manutenzione uffici comunali, unità cinofile, Comune di Vezzano. I lavoratori, che incrociano le braccia per tutta la giornata, lamentano i continui ritardi, anche di 20 giorni, nel pagamento degli stipendi (che in media oscillano tra 700 e 1.000 euro mensili) e che la cooperativa versa in ritardo a causa del pesante ammanco rispetto al pagamento dei servizi effettuati per conto della multiutility spezzina.

“E' una vergogna - dichiarano Gianni Cargiolli di Fp Cgil, Giampiero Orlanducci di Fisascat Cisl e Marco Furletti di Uiltrasporti -. Un anno fa i vertici della cooperativa hanno chiesto ai lavoratori-soci una ricapitalizzazione in cambio del pagamento puntuale dello stipendio. Sono stati versati 3.000 euro a testa, con tranche da 25 euro mensili, ma la situazione non è cambiata. La dirigenza di Maris non ha rispettato gli accordi spiegandone la ragione con il mancato introito di più di 2 milioni di euro dovuti da Acam. I lavoratori sono stufi e pretendono che questo balletto finisca: Acam saldi il suoi debiti e la Maris paghi gli stipendi regolarmente, altrimenti continueremo con la mobilitazione”.

La scorsa settimana, durante un incontro con i sindacati, Maris ha spiegato di essere costretta a mettere in campo differenze sulle tempistiche di pagamento: prima vengono versati gli stipendi dei lavoratori che si occupano di spazzamento e porta a porta, servizi che se colpiti da scioperi o proteste hanno un forte impatto sui cittadini -. Gli altri lavoratori vengono pagati successivamente, con ritardi che superano le due settimane.
Contattato telefonicamente dai segretari delle sigle di categoria, il direttore operativo di Acam spa Rosario Di Bartolo (che ha parlato per conto dell'amministratore delegato Gaudenzio Garavini, non presente in sede), ha spiegato che anche l'azienda di Via Picco è ostaggio di ritardi nei pagamenti da parte di alcuni Comuni, della Marina militare e dell'Aeronautica, per un circolo vizioso quantificabile in un ammanco di 5/6 milioni di euro.
"Riconosciamo che la cooperativa ha fatto uno sforzo - proseguono i sindacalisti - ma serve il concorso di tutti i soggetti interessati per normalizzare le cose. Così non si sta producendo lavoro, ma povertà. Questo è solo inizio: nei prossimi giorni potremmo indire lo sciopero del servizio di portineria del Comune e di altri settori che percepiscono lo stipendio cronicamente in ritardo. Siamo decisi di andare in fondo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Video

15/05/2017 - La protesta dei lavoratori della Maris sotto la sede di Acam

Lavoratori Maris in sciopero Archivio CDS


Notizie La Spezia








FOTOGALLERY



I SONDAGGI DI CDS

Mimmo Di Carlo in scadenza di contratto, vorreste vederlo ancora sulla panchina dello Spezia?
56,3% 
43,7% 






























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure