Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Novembre - ore 22.21

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Speziarisorse diventa pubblica: più servizi e meno costi per i cittadini

Peracchini: "Un punto del nostro programma elettorale che viene completato e che porterà vantaggi in termini di servizi offerti. Le quote potranno essere acquisite da altri Comuni della provincia".

Speziarisorse diventa pubblica: più servizi e meno costi per i cittadini

La Spezia - A seguito della deliberazione di consiglio comunale proposta dalla giunta e che ha approvato la trasformazione di Speziarisorse da società a partecipazione mista pubblico - privata a società completamente pubblica, ieri il Comune della Spezia ha concluso la prima fase dell’iter acquistando le quote societarie possedute da Gefil e Ica.

“La pubblicizzazione di Speziarisorse è un altro punto del nostro programma che viene completato e che porterà sostanziali vantaggi in termini di miglioramento dei servizi offerti al cittadino, garantendo anche all’amministrazione di avere il polso delle esigenze e dei bisogni del nostro territorio al fine di orientare meglio le politiche finanziarie a favore degli spezzini – dichiara il sindaco Pierluigi Peracchini –. Il primo passo è stato quello di acquistare le quote private di Speziarisorse che diventa finalmente pubblica al 100%, mentre il secondo passo sarà quello di coinvolgere tutti gli altri Comuni della provincia, e la Provincia stessa, che potranno entrare come soci pubblici nella società, affidandole la loro gestione delle entrate. L’obiettivo è che Speziarisorse diventi il braccio operativo a servizio di tutti i cittadini della provincia della Spezia: la condivisione di convenzioni e strumenti permetteranno, infatti, un risparmio concreto per tutti i cittadini e un servizio uniforme a livello provinciale”.

“Con questa operazione – continua Peracchini – abbiamo scongiurato che, a seguito delle nuove normative nazionali per le società miste pubblico - private, ci dovesse essere un esborso da parte del Comune della Spezia per 900mila euro a causa dell’aumento del capitale sociale: un costo importante che ad oggi, con le difficoltà di cassa dei Comuni e gli effetti del coronavirus, avrebbe comportato un aggravio sulle spalle dei nostri concittadini che non avremmo mai permesso. Senza ulteriori spese da parte del Comune, adesso sarà possibile affidare alla società non solo la riscossione delle entrate già in essere (Imu, Tarsu, pubblicità, proventi pubbliche e affissioni e Cosap) ma anche la riscossione della possibile futura tariffa sui rifiuti aumentando così i servizi offerti, garantendo una maggiore efficacia e controllo delle entrate e minori costi per la collettività. La totale partecipazione pubblica, inoltre, permette il completo controllo da parte del Comune sulle attività di riscossione che, oltre a un aumento dell’efficacia, consentirà un legame privilegiato con il territorio, cogliendo immediatamente le sue esigenze e garantendo così un termometro per modulare le politiche di riscossione. L’obiettivo è tenere insieme la salvaguardia della ottimale gestione delle risorse pubbliche e il rispetto del cittadino. Un ringraziamento all’assessore alle Partecipate, Manuela Gagliardi, per il lavoro svolto e l’impegno per l’operazione di pubblicizzazione di Speziarisorse che abbiamo portato a termine”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News