Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Novembre - ore 20.17

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Smart gate. Cna e Confartigianato: "Autostrasportatori inascoltati"

associazioni di categoria
Smart gate. Cna e Confartigianato: "Autostrasportatori inascoltati"

La Spezia - “Ci complimentiamo per l'improvvisa accelerazione che l'AdSP e LSCT stanno dando al problema delle code di accesso al porto della Spezia nell'area Stagnoni con la presentazione del progetto "Smart gate". Come associazioni poniamo da tempo il tema delle code interminabili per gli autotrasportatori in tutti i tavoli istituzionali". Commentano Nicola Carozza, Responsabile Confartigianato Trasporti La Spezia e Giuliana Vatteroni, Responsabile Fita Cna La Spezia che in una nota proseguono: "Un traffico pesante che negli anni passati, congestionava l’entrata portuale davanti agli Stagnoni, mentre più recentemente si è spostato nel retro porto e nei terminal di Santo Stefano. Ci spiace altresì che alla presentazione di un progetto che ha come obiettivo, come ha ricordato il Commissario Straordinario Francesco Di Sarcina, gli autotrasportatori ed il complesso iter burocratico che devono affrontare, non siano state invitate e coinvolte proprio le associazioni degli autotrasportatori che dovranno capire il progetto, sensibilizzare le imprese e informare gli autotrasportatori".
"Un brutto esempio di collaborazione e partenariato ed un metodo che ci convince ben poco - proseguono -, dove AdSP, terminalisti e industriali decidono mentre gli autotrasportatori, da sempre ultimo anello della filiera logistica, devono solo applicare ciò che altri hanno pensato. Eppure il problema era stato posto da Fita Cna e Confartigianato Trasporti già nel 2017 all'allora viceministro Edoardo Rixi, al Prefetto della Spezia, alla Presidente della AdSP, al sindaco Peracchini quando ogni giorno aziende, autisti e cittadini si lamentavano delle continue code sul raccordo. Giustissimo che in tempi di emergenza Covid-19, si attivino procedure che aumentino il distanziamento sociale, riducano i contatti nel passaggio di documentazione cartacea ed i rischi per operatori e autisti ma auspichiamo soprattutto che questo progetto riesca davvero a velocizzare i tempi di accesso ai gate portuali e non si limiti ad informare o a prolungare le attese dentro i tir".
"Mentre attendiamo l'avvio del progetto "Smart gate" nel 2021 - prosegue la nota -, auspichiamo che fin da subito aumenti la considerazione e l'ascolto delle imprese di autotrasporto a partire dai tavoli locali. Se è questa la continuità nella gestione dell’Ente che abbiamo letto in questi giorni siamo lontani dall’essere concordi, anzi auspichiamo discontinuità, chiedendo a gran voce che si consideri che la comunità portuale è fatta di tutti i soggetti economici che permettono a questo sistema economico di stare in piedi e l’autotrasporto ne è una componente importante. La stessa ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli ha ringraziato pubblicamente su Facebook gli autotrasportatori italiani evidenziando che senza di loro il paese anche durante il primo lockdown, si sarebbe completamente fermato e non avremmo avuto i generi di prima di necessità o le forniture agli ospedali".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News