Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 20 Aprile - ore 22.18

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Sicurezza sul lavoro, ciclo di seminari gratuiti per aziende e lavoratori

Cisita, Scuola nazionale dei trasporti e della logistica, Isforcoop e Scuole edile spezzina lanciano il Catalogo della sicurezza. Faconti: "Nessuno dovere normativo, ma un dovere morale".

A chi rivolgersi
Sicurezza sul lavoro, ciclo di seminari gratuiti per aziende e lavoratori

La Spezia - La cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro deve necessariamente passare anche attraverso iniziative non imposte, ma scelte volontariamente da parte di datori e dei lavoratori stessi. Per questo Cisita, Scuola nazionale dei trasporti e della logistica, Isforcoop e Scuola edile spezzina hanno deciso di mettere insieme le forze e lanciare un catalogo dell'offerta formativa all'interna della quale titolari di imprese, dipendenti e studenti potranno trovare i corsi specifici per i propri settori di interesse, anche quelli solitamente non coinvolti dai corsi. Il ciclo di incontri non rientra tra quelli della formazione obbligatoria e sarà completamente gratuito per i partecipanti.

"Dalle associazioni datoriali ai sindacati, ognuno con il suo ruolo, in provincia ci sono numerosi punti di incontri e dialogo sul tema della sicurezza nei luoghi di lavoro. Riteniamo - ha dichiarato Paolo Faconti, direttore di Confindustria - che anche se non c'è un dovere normativo nell'ampliare l'offerta delle occasioni formative, c'è il dovere morale di fare il massimo e di fornire le conoscenze a 360 gradi. Solo così si può incidere nella cultura della sicurezza".
I corsi, che potenzialmente coinvolgeranno 500 persone, saranno indirizzati a lavoratori del settore agricoli, ai piccoli imprenditori e agli autonomi, alle rappresentanze dei lavoratori per la sicurezza, ai lavoatori di ambito portuale commerciale e industriale, ai lavoratori parasubordinati e in somministrazione, ai giovani under 25, ai lavoratori che hanno subito infortuni, agli over 50 e a colf e badanti.

Quanto il tema della sicurezza sia al centro dello sviluppo delle nuove strategie produttive lo ha spiegato Riccardo Papa, direttore di Cisita, capofila del progetto: "Nell'ambito dell'innovazione verso l'industria 4.0 Ansaldo ha presentato un progetto che ha portato a selezionare una azienda genovese che ha pensato di dotare i lavoratori di uno smart track, con il benestare dei sindacati, che avvisa nel caso in cui si mettano in atto comportamenti a rischio".
"L'innovazione - ha aggiunto Enrico Casarino, coordinatore spezzino di Lega Coop Liguria - può e deve essere non soltanto di prodotto e di processo, ma anche sociale e per la sicurezza".
Soddisfatto per l'iniziativa il direttore dell'Inail provinciale Valerio Scoyni: "Si tratta di una operazione positiva per tutti: datori, lavoratori e anche per noi dell'Inail. Mi fa molto piacere l'attenzione che viene riservata agli infortunati sul lavoro".
Parlando di numeri Scoyni ha spiegato che nei primi due mesi del 2019 ne sono stati denunciati in provincia 450, in linea con quanto avvenuto lo scorso anno. "Nel 2018 furono in totale 2.800 e il 35/40 per cento è costituito da incidenti avvenuti in itinere. La cifra li comprende tutti, da quelli più lievi a quelli mortali, e conferma il trend di riduzione che si è registrato negli ultimi anni. L'anno scorso, rispetto al 2017, se ne sono verificati il 6 per cento in meno".
Antonietta Gioia, direttore della struttura complessa Psal della Asl 5 ha illustrato come la prevenzione, e non le sanzioni, sia l'aspetto prioritario dell'attività del personale che effettua le verifiche nei luoghi di lavoro. "I verbali sono una parte di questo lavoro di prevenzione, ma per cambiare davvero i comportamenti errati serve la consapevolezza che si stia compiendo una cosa giusta".
Per Cgil, Cisl e Uil erano presenti Luca Comiti, Maurizio Rifrano e Riccardo Bronzi: "Valutiamo positivamente questo passo in avanti, questa volontà di andare oltre gli obblighi di legge e di rivolgersi a categorie che spesso vengono lasciate in secondo piano. Ed è giusto anche formare gli studenti che talvolta svolgono tirocini in luoghi di lavoro privi di ogni nozione sul tema della sicurezza", hanno detto.

Il Catalogo della sicurezza, è un progetto promosso dalla Regione Liguria (Alisa e ALFA) e cofinanziato da Inail, ed è stato affidato sulla provincia spezzina all'associazione temporanea di imprese, costituita da Cisita Formazione Superiore (soggetto capofila), Isforcoop, Scuola Edile Spezzina e Scuola Nazionale Trasporti e Logistica.
Gli obiettivi formativi sono molteplici. Particolare attenzione sarà dedicata alla informazione/formazione di coloro che hanno subito infortuni sul lavoro, dei giovani in cerca di occupazione e più in generale di tutti quei soggetti più deboli e maggiormente esposti a rischi. Contestualmente, l'attenzione verrà rivolta verso la promozione della cultura sulla regolarità del lavoro, perché li lavoro nero ed irregolare favorisce condizioni di lavoro a rischio di infortuni e malattie. Per la formazione destinata a giovani di età inferiore ai 25 anni, in particolare studenti, è stato sottoscritto un Accordo programmatico di manifestazione di interesse tra Cisita - Formazione Superiore e gli istituti ISS V. Cardarelli, IIS Cappellini Sauro, ISS Fossati Da Passano, IPSSEOA Casini, IISS Parentuccelli - Arzela.

Gli utenti interessati potranno presentare la propria domanda di partecipazione direttamente presso gli enti realizzatori, che avvieranno i percorsi, della durata variabile tra le 8 e le 20 ore, al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. Tutti i percorsi sono interamente finanziati, quindi gli utenti possono usufruire dei servizi a titolo gratuito.

Per informazioni e dettagli sulle iniziative formative potete contattare:
Cisita Formazione Superiore (ente capofila) - Daria Lappagli Via del molo 1/a, 19126 La Spezia - 0187 578433
Scuola Nazionale Trasporti e Logistica - Marco Brugiati Via del molo 1/a, 19126 La Spezia - 0187 79162
Ente Scuola Edile Spezzina - Franca Mazzanti Via Pianagrande 18, 19123 La Spezia - 0187 715270
Isforcoop - Caramaschi Giulia Via Lunigiana 229 cid, 19125 La Spezia - 0187 564974

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News