Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Febbraio - ore 16.44

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Sempre più imprese straniere, a Spezia sono duemila

La maggior parte opera nell'edilizia. Cresce il comparto turistico, che però resta ben distante da manovali e commercianti.

Sempre più imprese straniere, a Spezia sono duemila

La Spezia - Dopo una lieve contrazione nel 2016, torna a crescere nel 2017 il saldo per le imprese liguri straniere, pari a 210 unità in più. Le imprese attive ammontano a 18.688, in aumento del 3,6 rispetto allo stesso trimestre del 2016. Nel panorama nazionale la Liguria si riconferma al 2° posto per tasso di imprenditorialità straniera (13,6%, pari all’incidenza delle imprese straniere sul totale delle imprese), subito dopo la Toscana, in miglioramento rispetto all’anno scorso: la media nazionale si ferma al 10,2%.
Le imprese individuali, 16.441 unità, rappresentano l’88% del totale delle imprese straniere liguri, in crescita del 3%; seguono le società di capitale, 1.123 (+14,5%) e le società di persone, 1.016 (+3,4%); tra le altre forme, le cooperative guadagnano 9 unità (da 83 a 92) e le associazioni restano stabili a 11 unità.
I comparti in cui sono particolarmente specializzati gli stranieri sono le costruzioni e il commercio (rispettivamente incidenti per il 41,3% e 33,5% sul totale delle attività), e registrano entrambi un aumento rispetto allo stesso trimestre del 2016: +1,9% le costruzioni, +3,7% il commercio. Seguono le attività dei servizi di alloggio e ristorazione, in forte crescita (+8,0%). Tra le persone registrate di nazionalità straniera la comunità più numerosa resta quella albanese (il 14,2% degli stranieri), seguita da quella marocchina (12,9%) e rumena (7,8%).
Gli addetti delle imprese straniere (riferiti al 2° trimestre 2017) crescono del 4,5% rispetto allo stesso periodo del 2016, e ammontano a 29.549 unità (rappresentano il 6,6% del totale degli addetti).

Il dato spezzino

Nell’ultimo trimestre estivo il saldo tra iscrizioni e cessazioni di imprese straniere risulta positivo in tutte e quattro le province liguri e rispetto all’anno scorso migliora a Genova, Imperia e Savona, mentre alla Spezia cala leggermente.
Se si analizza l’incidenza sul totale delle imprese, si rileva che il peso delle imprese straniere è gradualmente cresciuto negli ultimi 6 anni da levante a ponente: è Imperia la provincia a registrare l’incidenza più alta (quasi il 16% sul totale delle imprese), seguita da Genova (14%), La Spezia (12%) e per ultima Savona (11%).
Nello Spezzino le imprese straniere sono 1.999 (+2,2% rispeto al 2016): il 37% opera nel settore edile, in calo del 2,6%, il 36% nel commercio (+4,3%) e molto distanziato il turismo, che incide solo per il 9%, ma risulta in crescita del 9,4% rispetto al 2016.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Imprese straniere a Spezia e provincia, i settori Archivio CdS


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?
































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News