Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 20 Ottobre - ore 22.10

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Sciopero unitario dei lavoratori della vigilanza: "Ancora nessuna risposta da dicembre"

48 ore di protesta
Sciopero unitario dei lavoratori della vigilanza: "Ancora nessuna risposta da dicembre"

La Spezia - Le segreterie di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno proclamato due giornate di sciopero a livello nazionale per i giorni 1° e 2 febbraio 2019. Alla Spezia lo sciopero iniziarà alle mezzanotte del primo e si concluderà alla mezzanotte del 2 febbraio, e coinvolgerà circa 300 lavoratori del settore. L’ultimo incontro per il rinnovo del contratto "vigilanza privata" si è rivelato, a detta dei sindacati, completamente improduttivo. Le associazioni datoriali hanno dichiarato di non essere in grado di fornire risposte in merito ai temi all’ordine del giorno benché la richiesta dei sindacati fosse stata inoltrata prima di Natale, in data 21 dicembre. Quanto alla prossima sessione di trattativa (già convocata per i giorni 29 e 30 gennaio), le stesse associazioni datoriali hanno posto l’esigenza di limitare il confronto ad una sola giornata al fine di verificare al loro interno le posizioni da esplicitare. Così i sindacati, uniti nella protesta: "Rispetto alle questioni specifiche rimasti sospesi dopo l’incontro del 20 dicembre, non è pervenuta nessuna risposta in merito agli aspetti del cambio di appalto, con particolare attenzione alla salvaguardia degli elementi salariali. E proprio sul salario le parti rappresentanti i datori di lavoro hanno manifestato un atteggiamento che i sindacati hanno letto come ingiustificatamente dilatorio dei tempi delle trattativa avendo dichiarato che “vi è la disponibilità a riconoscere un aumento, a ben determinate condizioni, per un valore che non siamo in grado di determinare”.
Un atteggiamento irriguardoso verso i lavoratori e i sindacati loro rappresentanti, sintomo di fragilità strutturale e scarsa sintonia delle Associazioni datoriali che insistono nel perseguire una politica incurante delle condizioni del settore e dei problemi dei lavoratori, grave anche in virtù del fatto che il precedente contratto è scaduto da oltre tre anni (il 31 dicembre 2015).

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News