Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Luglio - ore 23.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Roncallo: "Ai porti non servono più soldi, ma meno burocrazia"

L'intervento della numero uno di Via del Molo: "Fortunatamente da noi pagano i privati".

Roncallo: "Ai porti non servono più soldi, ma meno burocrazia"

La Spezia - E' l'unica che non si lascia andare all'entusiasmo Carla Roncallo. Nel convegno organizzato alla Camera di commercio sulla proposta di una maggiore autonomia finanziaria per i porti liguri, tutta la prudenza della presidentessa dell'Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Orientale. “Questo è un tema squisitamente politico, non voglio avventurarmi in questo campo perché io sono un tecnico", esordisce prima di spostare il dibattito su un altro campo. "Noi incassiamo tra tasse portuali e canoni di concessione circa 30 milioni all’anno grazie alla legge del 2006. Detratte le spese rimangono circa 15 milioni tutti gli anni a cui si aggiungono 3 o 4 milioni per il riparto dei 90 milioni. Detto questo il nostro problema è di altro tipo: riuscire a spenderli".
Insomma, non più soldi ma meno burocrazia, questo servirebbe secondo la numero uno di Via del Molo. "Come ente pubblico soffriamo le difficoltà delle normative sui lavori pubblici, sui dragaggi, sulla tutela ambientale. Questo rende difficilissimo fare le opere, a partire da quelle portuali. Non mancano i soldi, ci manca il modo di spenderli a causa della lentezza delle procedure".
Altro tema è quella di fare delle autorità delle società per azioni. "Non credo sia la soluzione. Un coordinamento centrale che dia indicazioni su dove fare nuovi riempimenti o ampliare spazi portuali è necessario per evitare cattedrali nel deserto. Le società pubblico-private funzionano nella logistica ma non credo possa funzionare nella gestione dei porti: ricordo che se c’è di mezzo il pubblico le norme rimangono quelle del pubblico. Fortunatamente alla Spezia le opere sono totalmente a carico dei privati, che non investono se non sanno di poter poi mettere a frutto quegli spazi. Ma in giro per l’Italia ci sono esempi diversi che devono far pensare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News