Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Agosto - ore 22.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Riaperti i termini per aderire all’azione risarcitoria di Cna Fita: c’è tempo sino al 25 aprile

Riaperti i termini per aderire all’azione risarcitoria di Cna Fita: c’è tempo sino al 25 aprile

La Spezia - L’adesione all’azione risarcitoria collettiva nei confronti del cartello delle case costruttrici di autocarri promossa da CNA Fita è stata massiccia a livello nazionale, il primo gruppo di adesioni si è chiuso con un grande successo: hanno aderito circa 2.900 imprese a livello nazionale che chiedono il risarcimento in relazione all’acquisto di 13.671 autocarri per un valore che supera il miliardo di euro. “Alla Spezia sono 25 le imprese che hanno aderito per un totale di 150 mezzi interessati al primo gruppo dell’azione risarcitoria, e già altre 12 imprese rientreranno nel secondo gruppo d’adesioni”, spiegano Giuliana Vatteroni e Raffaella Bicci di CNA FITA La Spezia.

“Sono interessati all’azione collettiva tutti coloro che hanno acquistato, preso in leasing o noleggiato a lungo termine un camion di medie o grandi dimensioni (oltre le 6 tonnellate), immatricolato tra il 1997 e il 2011, delle seguenti marche: DAF, Mercedes, Iveco, MAN, Volvo, Renault Truck e Scania. – Proseguono Vatteroni e Bicci - Verificato che queste case produttrici di autocarri hanno fatto “cartello”, concordando ingiustamente un aumento dei prezzi ai danni dei loro clienti finali, CNA Fita si è resa promotrice di un’azione legale collettiva al fine di far risarcire tutti gli associati coinvolti. Il risarcimento richiesto si aggira intorno al 20% del prezzo del camion.”

“Si tratta, perlopiù, di autotrasportatori ma hanno aderito anche molte imprese che operano nell’ambito dell’edilizia e dell’impiantistica che, nel periodo di vigenza del cartello, hanno acquistato gli autocarri.” concludono le referenti di CNA Fita La Spezia. L’azione collettiva permette ai ricorrenti di condividere i costi del contenzioso, senza dover anticipare le spese legali, e di proteggersi da eventuali comportamenti ritorsivi da parte delle potenti imprese responsabili dell’illecito. Gli Uffici CNA della Spezia sono a disposizione per qualsiasi informazione legata all'azione risarcitoria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure