Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Settembre - ore 22.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Record di efficienza in Via del Molo: primi a redarre il Documento di pianificazione strategica di sistema

Prosegue lo sviluppo delle reti informatiche
Record di efficienza in Via del Molo: primi a redarre il Documento di pianificazione strategica di sistema

La Spezia - Dopo aver concluso per prima in Italia la redazione del Piano organico del porto, oggi preso a modello dagli altri enti portuali, l'Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Orientale si conferma centrando prima di tutte le altre il risultato della stesura del Documento di pianificazione strategica di sistema, strumento introdotto dai provvedimenti di riforma della Legge 84/94, che delinea le strategie e gli obiettivi del Sistema portuale, da declinare in seguito nei Piani regolatori portuali dei singoli scali, momento in cui entrerà in gioco la Valutazione di impatto ambientale. "Abbiamo accelerato al massimo i tempi - ha detto la presidente dell'Adsp, Carla Roncallo - in particolare per la necessità del porto di Marina di Carrara di dotarsi di un nuovo Piano regolatore, visto che quello attuale risale agli anni Ottanta. Quello spezzino è più recente e attende il completamento della sua applicazione in molti punti".

Il documento, redatto dagli uffici dell’ente di Via del Molo, coordinati dal segretario generale Francesco Di Sarcina, è in corso di trasmissione ai Comuni interessati per il rilascio dei rispettivi parei, già nei prossimi giorni.
La redazione del documento ha richiesto un notevole impegno e tiene conto anche di una serie di sette incontri svolti con tutti gli stakeholders dei porti di Spezia e Carrara, delle quali per quanto possibile si è tenuto conto nel documento, illustrato anche all’Organismo di partenariato e al Comitato di gestione. Una volta pervenuti i parei da parte dei Comuni, il Documento verrà trasmesso alle Regioni Liguria e Toscana e al ministero delle Infrastrutture e Trasporti per il raggiungimento dell’intesa prevista per legge.
“Si tratta del primo Dpss redatto da una Autorità di sistema a seguito della riforma, risultato quindi di assoluto rilievo, tanto più - ha dichiarato Di Sarcina - per il fatto che non si è ricorsi ad incarichi esterni, ma è stato redatto internamente. Poiché il Dpss dovrà tener conto delle esigenze di due Regioni differenti, Liguria e Toscana, presto si svolgerà un incontro congiunto con gli assessori regionali competenti in materia di portualità”.

Nel 2018, l’AdSP ha inoltre aderito alla convenzione UIRNET, concessionario della Piattaforma Logistica nazionale che ha lo scopo di integrare i sistemi informatici dei vari porti e interporti per semplificazione dello scambio di informazioni tra gli attori della catena logistica. Grazie a ciò, la piattaforma informatica del porto spezzino (ApNET) è passata in gestione a Logistica Digitale e La Spezia Port Service, con l’obiettivo di implementare ulteriori funzioni. Il sistema è stato esteso anche al terminal MDC del porto di Carrara.
“Obiettivo dell’ADSP è quello di valorizzare ApNet e implementarne le funzioni, al fine di soddisfare le esigenze della comunità portuale, garantendo l'efficienza nei servizi alla merce relativamente all'intero sistema portuale, senza incremento dei costi”, ha detto Di Sarcina.

“Come Adsp siamo stati inclusi nel forum europeo della digitalizzazione delle procedure logistiche per la merce che ci permetterà di condividere e scambiare esperienze, acquisire nuove conoscenze e fornire il nostro contributo ai processi decisionali comunitari in materia di digitalizzazione delle procedure attinenti il settore della logistica, portualità e dei trasporti – ha detto Di Sarcina -. E a proposito di Europa, anche nel 2018, è continuata l’attività relativa ai progetti già avviati e ad altri nuovi, ai quali AdSP ha partecipato. Le novità riguardano soprattutto i progetti UE relativi all’innovazione nel settore dei trasporti e logistica e dell’ambiente, con i progetti finanziati con l’INTERREG Italia-Francia Marittimo (monitoraggio rumori e qualità delle acque; gestione dei rifiuti) a cui si aggiunge il progetto URSA MAJOR che riguarda soluzioni tecnologiche per semplificare l’accesso alle aree portuali e ridurre i tempi di attesa degli autotrasportatori.
Adsp fa anche parte del Centro di Competenza sulla sicurezza e ottimizzazione delle infrastrutture strategiche 4.0 – Start 4.0, gruppo guidato dal Cnr, dall’Università di Genova, Rina, altri soggetti pubblico-privati della Regione, selezionato dal Mise per ottenere i finanziamenti nell’ambito di Industria 4.0.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News