Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 11 Dicembre - ore 15.42

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Pulizie in Comune, ritardi sugli stipendi. Sindacati furiosi

Nuova denuncia di Cgil, Cisl e Uil: "In alcuni settori siamo tornati al cottimo. Vengono lese dignità e sicurezza del lavoratore".

"Siamo allo schiavismo"
Pulizie in Comune, ritardi sugli stipendi. Sindacati furiosi

La Spezia - “Ogni mese, dobbiamo chiamare l'azienda che si occupa delle pulizie del Comune per avere la conferma che i lavoratori ricevano lo stipendio”. E' la nuova denuncia dei sindacati Cgil, Cisl e Uil che questa mattina nella sede spezzina della Camera di commercio Riviere di Liguria hanno rinnovato la firma del protocollo per il rispetto del Codice degli appalti. La firma è avvenuta nell'ambito della presentazione della tappa del “Tour della legalità” promossa dall'Alleanza delle cooperative, Ente camerale e Università di Genova in riferimento alla campagna nazionale “Massimo ribasso minimi diritti” (leggi qui).

La situazione dunque non è buona e i sindacati hanno fatto un'istantanea della realtà spezzina, in linea con il nazionale. E a farne le spese sono i lavoratori soprattutto del settore di pulizie, edilizia, logistica e multiservizi. A fare il punto sono stati Luca Comiti di Cgil, Marco Furletti di Uil e Paola Costamagna di Cisl.
“I dipendenti dell'azienda che svolge le pulizie per il Comune della Spezia - ha dichiarato Luca Comiti di Cgil - ricevono lo stipendio con un ritardo medio di 15 giorni e nelle situazioni più gravi non vengono nemmeno versati i contributi. Abbiamo sollecitato anche il Comune a riguardo. Un altro caso è stato quello delle pulizie in Tribunale. C'è stato un taglio delle ore del 55 per cento con le lavoratrici che devono coprire gli stessi spazi in due ore al giorno. Ci sono situazioni critiche: nel carico e nello scarico notturno siamo tornati al cottimo, si tratta di lavoratori esternalizzati. Si potrebbe parlare addirittura di nuovo schiavismo. Ci sono dipendenti che dichiarano malattia al posto dell'infortunio per non essere licenziati. Tutto ciò avviene sia nel pubblico che nel privato. Il protocollo che abbiamo firmato oggi vuole tutelarli e va condiviso. Può diventare un modello da esportare”.

“Un altro caso eclatante è quello delle pulizie nella sede dell'Agenzia delle Entrate - ha detto Furletti di Uil -. La gara è stata fatta a livello regionale e alle lavoratrici manca lo stipendio da due mesi. Caso analogo, per quanto riguarda la pulizia nella sede della Guardia di finanza. In questa provincia siamo presi d'assalto da realtà che arrivano da fuori anche nei piccoli appalti. Occorre dare gambe al protocollo aggiornato. Dal 2014 sembrava rimasto lettera morta perché non abbiamo trovato appoggio da parte dei committenti pubblici e privati per definire, settore per settore, una norma che andasse a rendere applicabili le condizioni del protocollo stesso. Spesso sono i committenti che, in sede di emanazione di bando di gara, non rispettano le regole a partire dal costo del lavoro”.

“Il massimo ribasso negli appalti pubblici e nelle imprese - ha concluso Costamagna - vanno a incidere tristemente sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e dei lavoratori. E' una pratica che va ad annullare l'impegno delle aziende serie. Il protocollo tende a migliorare la qualità del lavoro, dei servizi nel rispetto delle leggi, prevede inoltre sanzioni e l'esclusione delle imprese scarsamente rappresentative che operano solo al massimo ribasso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Quanto spenderete per i regali di Natale?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News